Angelo Bagnasco

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Angelo Bagnasco
Stemma cardinal Bagnasco.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Cardinal Angelo Bagnasco.jpg

{{{didascalia}}}
Christus Spes mea
Titolo cardinalizio
Cardinale presbitero della Gran Madre di Dio
Età attuale 74 anni
Nascita Pontevico
14 gennaio 1943
Morte
Sepoltura
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 29 giugno 1966 dal cardinale Giuseppe Siri
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 3 gennaio 1998 da Giovanni Paolo II
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione {{{C}}}
Consacrazione 7 febbraio 1998 dal cardinale Dionigi Tettamanzi
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal 11 marzo 2000
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
24 novembre 2007 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore Fino al 14 gennaio 2023
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
Scheda su gcatholic.org
Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su cardinalrating.com
Angelo Bagnasco (Pontevico, 14 gennaio 1943) è un cardinale e vescovo italiano, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e arcivescovo metropolita di Genova, già Ordinario Militare per l'Italia dal 2003 al 2006[1].

Cenni biografici

Nato nel bresciano da una famiglia genovese sfollata per la guerra, frequentò il ginnasio e il liceo classico presso il Seminario Arcivescovile di Genova e fu ordinato presbitero di quell'arcidiocesi il 29 giugno 1966 dal cardinal Giuseppe Siri.

Fu vicario parrocchiale della parrocchia di San Pietro Apostolo e Santa Teresa del Bambin Gesù di Albaro dal 1966 al 1985; della stessa parrocchia è poi stato aiuto pastorale dal 1986 al 1995 avendo assunto altri incarichi a livello diocesano.

Si laureò in filosofia presso l'Università di Genova nel 1979.

Vari gli incarichi, anche concomitanti, da lui ricoperti nella sua diocesi:

Eletto da papa Giovanni Paolo II alla sede vescovile di Pesaro il 3 gennaio 1998, è stato consacrato vescovo il 7 febbraio 1998 per l'imposizione delle mani del cardinal Dionigi Tettamanzi, conconsacranti i vescovi Gaetano Michetti e Giacomo Barabino.

Della sede di Pesaro è diventato il primo arcivescovo metropolita l'11 marzo 2000.

Il 20 giugno 2003 è stato nominato Ordinario Militare per l'Italia, ovvero vescovo della struttura religiosa delle Forze armate italiane, carica che gli ha comportato automaticamente la nomina a generale dell'Esercito. Ha ricoperto questo incarico in un momento molto delicato per le forze armate della Repubblica, ovvero durante la loro partecipazione alla seconda Guerra del Golfo e alla guerra in Afghanistan. Ha celebrato i funerali di Stato solenni dei vari caduti di quei conflitti, divenendo un volto noto agli italiani.

Il 29 agosto 2006 papa Benedetto XVI lo ha eletto arcivescovo di Genova: ne ha dato per primo notizia il suo predecessore sulla Cattedra di San Siro, il cardinale Tarcisio Bertone, divenuto Segretario di Stato della Santa Sede, nel corso delle celebrazioni in onore della Madonna della Guardia; la cerimonia solenne per il suo insediamento in diocesi si è tenuta nel pomeriggio del 24 settembre 2006 nella cattedrale di San Lorenzo. Contestualmente all'elezione ad arcivescovo di Genova, ha lasciato l'incarico di Ordinario Militare.

Dopo alcuni anni di organizzazione ed allestimento, il 20 settembre 2006, viene inaugurato per sua volontà, di mons. Gaetano Michetti e mons. Piero Coccia, il Museo Diocesano di Pesaro, per conservare e valorizzare le opere d'arte e gli oggetti liturgici più rilevanti provenienti dalla Cattedrale e da altre chiese del territorio diocesano.

Il 26 settembre dello stesso anno fu eletto presidente della Conferenza Episcopale Ligure.

Il 7 marzo 2007 Bagnasco è stato chiamato da Benedetto XVI a sostituire il Card. Camillo Ruini alla guida della Conferenza Episcopale Italiana.

Il 29 giugno 2007 nella Basilica di San Pietro ha ricevuto dal papa Benedetto XVI, insieme ad altri arcivescovi metropoliti, il sacro pallio.

Come annunciato il 17 ottobre 2007, papa Benedetto XVI lo ha creato e pubblicato cardinale nel concistoro del 24 novembre successivo, assegnandogli il titolo della Gran Madre di Dio.

È membro della Congregazione per le Chiese Orientali, della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti e della Congregazione per i Vescovi (quest'ultima fino al 16 dicembre 2013).

Il 30 settembre 2011 è eletto vice presidente del Consiglio delle conferenze episcopali europee.

Il 7 marzo 2012 Benedetto XVI lo conferma presidente della Conferenza Episcopale Italiana per altri 5 anni.

Nell'ottobre 2016 è stato eletto presidente del Consiglio delle conferenze dei vescovi d'Europa.[2]

Formazione teologica

La sua formazione teologica lo colloca nella corrente del tomismo, fedele all'impostazione del cardinal Giuseppe Siri, al quale è sempre stato molto vicino. È un profondo conoscitore di San Tommaso d'Aquino e del suo insegnamento e un fermo sostenitore del valore della metafisica.

Incarichi attuali

Genealogia episcopale

Onorificenze

Balì Cavaliere di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie) - nastrino per uniforme ordinaria Balì Cavaliere di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie)
— [3]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede)
Balì Cavaliere di Gran Croce di Onore e Devozione per Cardinali di Santa Romana Chiesa (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Balì Cavaliere di Gran Croce di Onore e Devozione per Cardinali di Santa Romana Chiesa (SMOM)

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo di Pesaro Successore: Arcbishop.png
Gaetano Michetti 3 gennaio 1998 - 20 giugno 2003 Piero Coccia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gaetano Michetti {{{data}}} Piero Coccia
Predecessore: Ordinario Militare per l'Italia Successore: Arcbishop.png
Giuseppe Mani 20 giugno 2003 - 29 agosto 2006 Vincenzo Pelvi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Mani {{{data}}} Vincenzo Pelvi
Predecessore: Arcivescovo di Genova Successore: Arcbishop.png
Tarcisio Bertone dal 29 agosto 2006 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tarcisio Bertone {{{data}}} in carica
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale Italiana Successore: Stemma cardinale.png
Camillo Ruini 7 marzo 2007 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Camillo Ruini {{{data}}} in carica
Predecessore: Cardinale presbitero della Gran Madre di Dio Successore: Kardinalpallium.png
Ángel Suquía Goicoechea dal 24 novembre 2007 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ángel Suquía Goicoechea {{{data}}} in carica
Note
  1. Aldo Maria Valli, su peacelink.it, Mosaico di pace, 14 marzo 2007. URL consultato il 25-1-2008
  2. Plenaria Ccee: il card. Angelo Bagnasco eletto nuovo presidente; Nichols e Gadecki vice presidenti su agensir.it. URL consultato il 8 ottobre 2016
  3. Dal sito web del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.