Anno della Fede

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Anno della fede)
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando l'Anno della Fede indetto da Paolo VI per gli anni 1967-68, vedi Anno della Fede (1967-1968).
Il logo ufficiale dell'Anno della Fede
Virgolette aperte.png
Proprio per dare rinnovato impulso alla missione di tutta la Chiesa di condurre gli uomini fuori dal deserto in cui spesso si trovano verso il luogo della vita, l'amicizia con Cristo che ci dona la vita in pienezza, vorrei annunciare in questa Celebrazione eucaristica che ho deciso di indire un "Anno della Fede", che avrò modo di illustrare con un'apposita Lettera apostolica. Questo "Anno della Fede" inizierà l'11 ottobre 2012, nel 50° anniversario dell'apertura del Concilio Vaticano II, e terminerà il 24 novembre 2013, Solennità di Cristo Re dell'Universo. Sarà un momento di grazia e di impegno per una sempre più piena conversione a Dio, per rafforzare la nostra fede in Lui e per annunciarLo con gioia all'uomo del nostro tempo.
Virgolette chiuse.png

L'Anno della Fede del 2012-2013 è stato indetto l'11 ottobre 2011 da Benedetto XVI con la Lettera Apostolica Motu Proprio Porta Fidei.

L'inizio dell'Anno della fede, l'11 ottobre 2012, coincide con il ricordo del cinquantesimo anniversario dell'apertura del Concilio Vaticano II, voluto dal beato Giovanni XXIII (11 ottobre 1962), e con quello del ventesimo anniversario della promulgazione del Catechismo della Chiesa Cattolica, offerto alla Chiesa dal beato Giovanni Paolo II (11 ottobre 1992).

L'Anno della Fede ha avuto termine nella solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo, 24 novembre 2013[2]; a livello della Santa Sede l'evento è stato segnato dalla concelebrazione presieduta da papa Francesco sul sagrato della Basilica di San Pietro, alla presenza dei capi delle Chiese Orientali cattoliche; al termine della celebrazione sono state venerate le reliquie attribuite all'apostolo Pietro[3].

Indice

Scopo

Benedetto XVI ha indetto l'11 ottobre 2011 l'Anno della fede per gli anni 2012-2013

Con l'indizione di tale Anno il Papa intende mettere al centro dell'attenzione della Chiesa ciò che, fin dall'inizio del suo pontificato, ha più a cuore: l'incontro con Gesù Cristo e la bellezza della fede in lui[4]. Il Papa vuole "aiutare tutti i credenti in Cristo a rendere più consapevole e a rinvigorire la loro adesione al Vangelo, soprattutto in un momento di profondo cambiamento come quello che l'umanità sta vivendo"[5].

Nelle intenzioni del Pontefice la coincidenza con l'anniversario dell'inaugurazione del Concilio rappresenta "un'occasione propizia per comprendere che i testi lasciati in eredità dai Padri conciliari, secondo le parole del beato Giovanni Paolo II, 'non perdono il loro valore né il loro smalto'[6]"[7].

La coincidenza con l'anniversario della promulgazione del Catechismo della Chiesa Cattolica è poi per il Papa un invito a riscoprire e valorizzare tale testo, che rappresenta "uno dei frutti più importanti del Concilio Vaticano II"[8], e che può rivelarsi oggi "un vero strumento a sostegno della fede, soprattutto per quanti hanno a cuore la formazione dei cristiani, così determinante nel nostro contesto culturale"[9].

Il Pontefice raccomanda anche di "intensificare la celebrazione della fede nella liturgia, e in particolare nell'Eucaristia"[10], e di rafforzare la testimonianza dell'amore cristiano, nella consapevolezza che "fede e carità si esigono a vicenda, così che l'una permette all'altra di attuare il suo cammino"[11].

Il punto di partenza resta, in ogni caso, "un'autentica e rinnovata conversione al Signore"[12], poiché la Chiesa "comprende nel suo seno peccatori ed è perciò santa e insieme sempre bisognosa di purificazione"[13].

Frutto dell'Anno della fede dovrà essere "un più convinto impegno ecclesiale a favore di una nuova evangelizzazione per riscoprire la gioia nel credere e l'entusiasmo nel comunicare la fede"[14].

La Nota con le indicazioni pratiche

Per incarico di Benedetto XVI, la Congregazione per la Dottrina della Fede ha redatto una Nota con le indicazioni pastorali per l'Anno della fede.

La Nota, pubblicata il 7 gennaio 2012, è stata redatta in accordo con alcuni dicasteri della Santa Sede e con il contributo del Comitato per la preparazione dell'Anno della fede. Tale Comitato, costituito presso la stessa Congregazione per la Dottrina della Fede per mandato del Pontefice, annovera fra i suoi membri:

Nell'introduzione la Nota ribadisce che "l'Anno della Fede vuol contribuire ad una rinnovata conversione al Signore Gesù e alla riscoperta della fede, affinché tutti i membri della Chiesa siano testimoni credibili e gioiosi del Signore risorto, capaci di indicare alle tante persone in ricerca la porta della fede".

La Nota articola poi alcune indicazioni pastorali, che hanno l'intento di favorire "sia l'incontro con Cristo attraverso autentici testimoni della fede, sia la conoscenza sempre maggiore dei suoi contenuti". Le indicazioni si articolano a quattro livelli:

"Presso il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione sarà istituita un'apposita Segreteria per l'Anno della fede per coordinare le diverse iniziative promosse dai vari dicasteri della Santa Sede o comunque aventi rilevanza per la Chiesa universale". La Segreteria "potrà anche suggerire proposte per l'Anno della fede" e disporrà di "un apposito sito internet al fine di offrire ogni informazione utile" al riguardo.

Il logo dell'Anno della Fede 2012-2013 è una barca a vela stilizzata.

Il tutto è inserito in un campo quadrato e bordato[15].

La barca, che rappresentata simbolicamente la Chiesa, è in navigazione su dei flutti graficamente appena accennati; l'albero maestro della barca è una croce che issa delle vele rappresentate da segni dinamici che realizzano il trigramma di Cristo, IHS.

Sullo sfondo delle vele si può scorgere un sole che, associato al trigramma, rimanda anche all'Eucaristia.

Celebrazioni anteriori similari

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Anno della Fede (1967-1968).

Un Anno della Fede simile era stato indetto dal 29 giugno 1967 al 30 giugno 1968 da Paolo VI in occasione del XIX centenario del martirio degli Apostoli Pietro e Paolo a Roma. Nella solenne celebrazione conclusiva, all'omelia[16] Paolo VI aveva consegnato a tutta la Chiesa il Credo del Popolo di Dio.

Note
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.