Beata Maria Anna Sala

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beata Maria Anna Sala, I.M.
Religiosa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
Beata
{{{note}}}

90591C.JPG

{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 62 anni
Nascita Brivio
21 aprile 1829
Morte Milano
24 novembre 1891
Sepoltura
Vestizione Vimercate, 1849
Professione religiosa Vimercate, 13 settembre 1952
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal {{{elevato}}}
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerata da Chiesa cattolica
Venerabile il 12 aprile 1849, da Pio XII
Beatificazione 26 ottobre 1980, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 24 novembre
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 24 novembre, n. 12:
« A Milano, beata Maria Anna Sala, vergine della Congregazione delle Suore di Santa Marcellina, che, maestra di una scienza fondata sulla fede e sulla pietà, si dedicò con tutte le sue forze all'istruzione della gioventù femminile. »
(Santo di venerazione particolare o locale)
Beata Maria Anna Sala (Brivio, 21 aprile 1829; † Milano, 24 novembre 1891) è stata una religiosa italiana.

Biografia

Nacque a Brivio (Lecco), il 21 aprile 1829, quinta di otto figli di Johann Maria Sala e Giovannina Comi, pro­fondamente cristiani e di agiate condizioni economiche, il padre era commerciante di legname. Al battesimo, che le fu amministrato il giorno stesso della nascita, le furono imposti i nomi di Maria Anna Elisabetta.

Dopo varie difficoltà anche economiche che in quel periodo la sua famiglia attraversava, il 13 febbraio 1848 entrò come postulante nel collegio delle Marcelline a Vimercate, accolta dal fondatore beato Luigi Biraghi e dalla sua collaboratrice madre Marina Videmari (1812-1891). La sua indole equilibrata ben si adattava alla "vita mista" voluta dalla regola dell'Istituto: intensa vita interiore e fervida azione apostolica tra le alunne.

Il 12 aprile 1849 vi fu la vestizione religiosa e fu accolta nome novizia, ma l'attesa della Professione fu lunga a motivo dei rivolgimenti politici e delle remore del governo austriaco a dare il consenso all'erezione dell'Istituto. So­lo dopo circa tre anni, il 13 settembre 1852, Maria Anna Sala, insieme alle prime ventitre Marcelline, emise i voti perpetui nella professione pubblica in occasione dell'erezione canonica della Congregazione. Da quel momento visse, in perfetta conformità alla regola dell'istituto, la vita di consacrazione al Signore.

In seguito fu mandata nel collegio di Cernusco sul Naviglio dove, come so­vrintendente alle educande e maestra nelle scuole elementari, insegnò anche la musica e la lingua francese. Nel 1858 fu chiamata dalla fondatrice nella Casa Generalizia di Mi­ano, ove si occupò dell'educazione e istruzione delle alunne. Nel 1859, durante la seconda guerra d'indipendenza, fu scelta per l'assi­stenza ai feriti nell'ospedale militare di San Luca. Nonostante i molti impe­gni quotidiani, si obbligò a conseguire, secondo la disposizione del nuovo governo, il diploma di maestra di grado superiore che consegui il 25 settembre 1865.

Dopo nove anni d'insegnamento a Genova fu di nuovo trasferita a Milano come insegnante dei corsi superiori e assistente della Madre Videmari. Bisogna considera­re che la fondatrice voleva che le Marcelline vivessero insieme alle alunne di giorno e di notte: nello studio e nel gioco, nelle preghiere e nei lavori, a ta­vola e in dormitorio: sempre. Chi sa quanto sia faticosa l'opera educativa, comprende quale sforzo comportasse questo stare sempre in mezzo alle ra­gazze, senza un'ora di tranquillo riposo, senza un angolo tutto proprio. Ma­ria Anna fu fedele a questa "faticosa missione" con serenità e responsabili­tà per più di quarant'anni e fino agli ultimi venti giorni della sua vita.

Colpita da un carcinoma al collo, morì nel 1891.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.