Beato Benedetto Passionei

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Benedetto da Urbino Passionei, O.F.M. Cap.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Marco
Beato

Beato Benedetto da Urbino.jpg

Beato Benedetto da Urbino
'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 64 anni
Nascita Urbino
13 settembre 1560
Morte Fossombrone
30 aprile 1625
Sepoltura
Vestizione [[]]
Professione religiosa maggio 1585
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale XVI secolo
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal {{{elevato}}}
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione 1867, da Pio IX
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 30 aprile
Altre ricorrenze
Santuario principale Santuario Beato Benedetto Passionei da Urbino - Convento Frati Cappuccini - Colle dei Santi - Via S. Antonio, 78 - 61034 Fossombrone (PU)
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Sito ufficiale o di riferimento
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 30 aprile, n. 17:
« A Fossombrone nelle Marche, beato Benedetto da Urbino, sacerdote dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini, che fu compagno di san Lorenzo da Brindisi nella predicazione tra gli hussiti e i luterani. »
Beato Benedetto da Urbino Passionei, al secolo Marco (Urbino, 13 settembre 1560; † Fossombrone, 30 aprile 1625) è stato un frate e presbitero italiano.

Biografia

Il conte Marco Passionei, che da religioso prenderà il nome di Benedetto da Urbino, nacque a Urbino (PU) il 13 settembre 1560 da Domenico Passionei e Maddalena Cibo, settimo degli undici figli della nobile famiglia. La notizia della nascita non risulta da documenti ufficiali, ma ci viene fornita direttamente dal padre Domenico, in un suo libro di memorie.

Al momento del battesimo gli venne imposto il nome Marco per rinnovare quello del suo parente Marco Vigerio della Rovere, vescovo di Senigallia.

Giovanissimo, restò orfano di entrambi i genitori e per alcuni anni Marco, i suoi fratelli e le tre sorelle, dimorarono presso uno zio di Cagli (PU).

Nel 1577 iniziò gli studi di legge e filosofia presso l'Università di Perugia per poi trasferirsi a Padova dove si laureò il 28 maggio 1582.

Per alcuni anni soggiornò a Roma alla corte del Cardinale Girolamo Albani, ma l’esperienza venne giudicata da Marco negativamente e si trasferì a Gubbio, ospite di Ippolito Conventini, dove si dilettò nella lettura e nella composizione di opere in prosa e in versi.

Rientrato a Fossombrone frequentò assiduamente il Convento dei Cappuccini e in più di una occasione chiese di esserne accolto, senza, però, che il suo desiderio fosse dai frati esaudito a causa della sua salute malferma e della delicata costituzione. Solo dopo l'intervento del padre Provinciale dell’Ordine Cappuccino, Padre Giacomo da Pietrarubbia, Marco, potrà entrare nel convento di Santa Cristina di Fano in cui, sotto la direzione del guardiano e maestro Padre Bonaventura da Sorrento, prese il nome di Fra Benedetto da Urbino.

La vita austera e la faticosa penitenza a cui si sottopose, lo costrinsero ad interrompere il noviziato e a trascorrere un breve periodo di tempo nel Convento di Fossombrone.

Rientrato a Fano, il 30 aprile 1585 fece testamento lasciando buona parte dei suoi averi ai poveri. In un giorno imprecisato dello stesso anno emise la professione religiosa. Il suo impegno ascetico e la sua dedizione verso i poveri e i più bisognosi caratterizzarono tutta la sua vita.

Fino al 1600, anno in cui partì per la Germania, Fra Benedetto svolse il suo servizio in varie località del pesarese e delle Marche. Nel 1601 si trovava a Vienna dove soggiornò per circa due anni.

Nel 1602 si trovò a Fossombrone per poi spostarsi in varie altre località: Fano, Jesi, Fermignano, Pesaro, Cagli, Genova, Camerino, Castel Durante. Nei luoghi in cui si recò per svolgere il suo ministero pastorale venne considerato unanimemente un "vero servo di Dio", e la sua fama di santità aumentò con il passare degli anni.

Nella quaresima del 1625, trovandosi a predicare a Sassoferrato, lo stato di salute si aggravò notevolmente al punto da farlo trasferire prima al convento di Urbino e poi in quello di Fossombrone dove morì il 30 aprile 1625. La sera del 1° maggio se ne celebrarono le esequie nel Convento Colle dei Santi dei Cappuccini di Fossombrone.

Culto

Quando Gabriele da Modigliana e Bonaventura da Imola scrissero il Leggendario cappuccino con la Vita di Benedetto Passionei da Urbino (1560-1625), pubblicato nella seconda metà del XVIII secolo, il corpo del beato non era stato ancora ritrovato. I frati, due secoli prima, in obbedienza alla Chiesa che vietava il culto pubblico ai Servi di Dio non ancora beatificati, avevano segretamente cambiato il luogo della sua sepoltura, sempre affollato di pellegrini. Il corpo venne identificato solo nel 1792. Per questo motivo, anche i processi canonici, ordinario e apostolico, iniziarono le loro procedure solo tra il 1793 e 1795 e successivamente dal 1838 al 1844. Le pratiche culminarono nel 1867 con la beatificazione da parte di Papa Pio IX.

Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.