Diocesi di Sulmona-Valva

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Sulmona-Valva
Dioecesis Sulmonensis-Valvensis
Chiesa latina

Cattedrale di San Panfilo.jpg
vescovo Angelo Spina
Sede Sulmona

sede vacante
Sulmona

Suffraganea dell'arcidiocesi dell'Aquila
Regione ecclesiastica Abruzzo-Molise
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Provincia italiana dell'Aquila
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Aladino De Iuliis
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Giuseppe Di Falco
Parrocchie 76 (5 vicariati )
Sacerdoti

72 di cui 50 secolari e 22 regolari
1.125 battezzati per sacerdote

23 religiosi 92 religiose 1 diaconi
82.618 abitanti in 1.814 km²
81.058 battezzati (98,1% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Viale Roosevelt 7, 67039 Sulmona (L'Aquila), Italia
tel. +39086434065 fax. 0864 33 522 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Sulmona-Valva (in latino Dioecesis Sulmonensis-Valvensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi dell'Aquila appartenente alla regione ecclesiastica Abruzzo-Molise. Nel 2010 contava 81.058 battezzati su 82.618 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Angelo Spina.

Territorio

Il territorio diocesano è suddiviso in 76 parrocchie che coprono 49 comuni abruzzesi: 43 in provincia dell'Aquila (valle Peligna), 4 in provincia di Chieti (Gamberale, Palena, Pizzoferrato, Quadri), 2 in provincia di Pescara (Popoli, Bussi sul Tirino).

Le parrocchie sono raggruppate in cinque foranie: di Sulmona, di Introdacqua, di Castel di Sangro, di Corfinio e di Popoli.

Sede vescovile è la città di Sulmona, dove si trova la cattedrale di San Panfilo; a Corfinio si trova la concattedrale di San Pelino.

Storia

Le città di Sulmona e Valva (l'antica Corfinium, capitale dei popoli italici durante la guerra sociale, oggi Corfinio) risultano essere sedi vescovili almeno a partire dal V-VI secolo: la tradizione ne attribuisce la fondazione a san Feliciano, martire a Foligno nel 249.

Nel corso dei primi secoli le due diocesi furono più volte unite in persona episcopi, tanto che Ferdinando Ughelli (1804) riportò le serie dei vescovi di entrambe in un'unica cronotassi: l'unione divenne stabile a partire dal XIII secolo e venne confermata il 27 giugno 1818, con la riforma delle circoscrizioni ecclesiastiche dell'Italia centromeridionale seguita al concordato tra papa Pio VII e Ferdinando I di Borbone.

Dopo il Concilio Vaticano II, con la lettera apostolica Cum cognitum del 15 agosto 1972, papa Paolo VI dispose che le diocesi di Valva e Sulmona, già immediatamente soggette alla Santa Sede, fossero suffraganee dell'arcidiocesi dell'Aquila.

Con il decreto Instantibus votis del 30 settembre 1986 la Congregazione per i Vescovi stabilì la plena unione delle diocesi di Sulmona e Valva nella nuova circoscrizione di Sulmona-Valva.

Il 4 luglio 2010 la diocesi ha ospitato papa Benedetto XVI, in visita pastorale a Sulmona.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 82.618 persone contava 81.058 battezzati, corrispondenti al 98,1% del totale.

Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.