Ermeneutica

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

L'ermeneutica[1] è l'elaborazione scientifica delle regole che presiedono all'interpretazione di un testo scritto; Friedrich Schleiermacher ha definito l'ermeneutica come la "dottrina dell'arte di comprendere".

L'ermeneutica tiene presenti il linguaggio di un testo e la tradizione da cui proviene, i tempo e il luogo di composizione, l'intenzione dell'autore, le affermazioni del testo, il suo contenuto e i suoi destinatari; a partire da tutti questi elementi mira a comprenderlo in maniera adeguata.

L'ermeneutica biblica è in particolare quella che si occupa dell'interpretazione dei testi biblici, che, più in generale, sono oggetto dello studio dell'esegesi.

L'ermeneutica teologica si sforza di tradurre, interpretare e rendere comprensibile per la situazione attuale il messaggio della Bibbia.

Note
  1. Dal greco ἑρμηνεύω, hermeneúo, "interpretare", "spiegare".
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.