San Cutberto di Lindisfarne

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Cutberto di Lindisfarne
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

Durham St Cuthbert.jpg

Cutberto di Lindisfarne affresco dell'XI Secolo Galilea Cappella Cattedrale di Durham
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 53 anni
Nascita 634
Morte Lindisfarne
20 marzo 687
Sepoltura
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa Melrose, 651
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale Data ignota
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 26 marzo 685
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal {{{elevato}}}
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Vescovo di Lindisfarne
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione 698, dai monaci di Lindisfarne
Ricorrenza 20 marzo
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi abito vescovile, Bastone pastorale
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di Pastori
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 20 marzo, n. 5:
« Nell'isola di Farne in Northumbria, nell’odierna Inghilterra, transito di san Cutberto, vescovo di Lindisfarne, che nel suo ministero pastorale brillò per la stessa diligenza dimostrata in precedenza in monastero e nell'eremo, e armonizzò pacificamente l'austerità e lo stile di vita dei Celti con i costumi romani. »
San Cutberto di Lindisfarne (634; † Lindisfarne, 20 marzo 687) è stato un monaco, eremita e vescovo britannico, venerato come santo dalla Chiesa.

Biografia

Originario della Northumbria, Cutberto nacque attorno al 634. Di umili origini, dopo aver combattuto nell'esercito di re Oswiu di Northumbria, nel 651 entrò in monastero.

Dopo essere divenuto priore di Lindisfarne nel 664, undici anni dopo si ritirò a vita eremitica, ma nel 684 il concilio di Twyford lo elesse vescovo di Lindisfarne. Fu consacrato il giorno di Pasqua del 685. Dopo un'intensa attività evangelizzatrice, si ritirò di nuovo in eremitaggio e morì sull'isola di Farne il 20 marzo del 687.

La storia della sua vita fu scritta per la prima volta da un monaco di Lindisfarne intorno al 700 e successivamente, nel 721 circa, Beda il Venerabile compose un'opera in versi e prosa intitolata Vita e miracoli di san Cutberto, vescovo di Lindisfarne

Durante il Medioevo la figura di San Cutberto assunse un particolare valore politico per le popolazioni semi-autonome che vivevano nella regione del Palatinato di Durham. In questa zona il Vescovo di Durham possedeva un potere notevole, paragonabile a quello dello stesso sovrano inglese. Gli abitanti del Palatinato vennero denominati haliwerfolc, un termine che può essere tradotto sommariamente come il popolo del santo. In breve si diffuse la credenza che il santo fosse il protettore del popolo di Durham e della sua autonomia. Questa leggenda ha un riferimento durante la battaglia di Neville's Cross del 1346.

Culto

In seguito a numerosi miracoli attribuiti alla sua intercessione, il 20 marzo 698 i monaci di Lindisfarne, col consenso del vescovo locale, Eadbert, lo canonizzarono mediante la forma, allora vigente, dell'elevazione delle reliquie. Queste furono successivamente traslate nella cattedrale di Norham e poi in quella di Durham, dove si troverebbero ancora.

Genealogia episcopale


Predecessore: Vescovo di Lindisfarne Successore: Stemma vescovo.png
Eata di Hexham 685 - 687 Eadberto di Lindisfarne I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Eata di Hexham {{{data}}} Eadberto di Lindisfarne
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.