Sandra Sabattini

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Serva di Dio Sandra Sabattini
Laica
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Serva di Dio
{{{note}}}

Sandra Sabattini.jpg

Sandra Sabattini
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 22 anni
Nascita Riccione
19 agosto 1961
Morte Bologna
2 maggio 1984
Sepoltura
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal {{{elevato}}}
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerata da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Virgolette aperte.png
Signore, ti ringrazio perché mi vuoi bene, perché sei con me. È una gioia paragonabile a nessun'altra quella che sento in me. È la gioia di chi sa che non sarà mai solo. Signore, non me lo merito tutto questo. Tu, Signore, non sei un'illusione, la tua pace non è falsa, il tuo amore è eterno, la tua vita vera. Grazie perché mi fai capire che se il tuo Spirito è con me non posso aver timore.
Virgolette chiuse.png
(Dal Diario di Sandra)
La Serva di Dio Sandra Sabattini (Riccione, 19 agosto 1961; † Bologna, 2 maggio 1984) è stata una studentessa italiana, impegnata nel volontariato con l'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. È stata riconosciuta serva di Dio dalla Chiesa cattolica.

Biografia

Molto sensibile ai problemi della giustizia sociale, nonostante la giovane età spendeva il suo tempo libero in attività di volontariato per i poveri, vivendo al tempo stesso una intensa vita di preghiera. Dall'età di dieci anni raccolse nel suo diario pensieri e meditazioni personali, dai quali emerge la sua profonda ricchezza spirituale.

Conobbe la Comunità Papa Giovanni XXIII all'età di dodici anni: frequentò prima gli incontri per gli adolescenti, incontri curati personalmente da don Oreste Benzi, poi partecipò ai soggiorni per i teen-agers nella "Casa Madonna delle Vette", ad Alba di Canazei (TN).

Dopo gli studi superiori si iscrisse alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Bologna, continuando a dedicare il suo tempo libero e le vacanze estive nelle comunità terapeutiche per il recupero di tossicodipendenti aperte dalla Comunità nei primi anni '80. Don Oreste così scrisse:

« L'amore di Sandra per il Signore e per la Vita si riflette in tutti coloro che vengono a contatto con lei: la sua persona emana gioia ed entusiasmo che conducono a Gesù»
(Commento di Don Oreste Benzi al Diario di Sandra)

La mattina del 29 aprile 1984, mentre scendeva dalla macchina per partecipare ad un incontro della Comunità, venne investita da un'auto ed entrò in coma. Morì il 2 maggio seguente all'Ospedale Bellaria di Bologna.

Culto

Nel 1985 don Oreste Benzi curò la prima edizione del Diario di Sandra; esso venne poi ampliato nel 2003 a cura di Francesco Zanotti, e pubblicato da Àncora; fu ulteriormente arricchito nell'edizione 2009, curata da Nicoletta Pasqualini per l'editore Sempre Comunicazione.

Il 30 gennaio 2006 la Conferenza episcopale dell'Emilia Romagna, a norma della corrente legislazione per le Cause dei Santi, espresse parere favorevole circa l'opportunità dell'introduzione della causa di canonizzazione di Sandra.

Il 27 settembre 2006 il Vescovo di Rimini, mons. Mariano De Nicolò, aprì il processo diocesano di beatificazione.

La fase diocesana si concluse il 6 dicembre 2009; i documenti furono inviati a Roma.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.