Santuario della Madonna dei Miracoli (Motta di Livenza)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Santuario della Madonna dei Miracoli)
Santuario della Madonna dei Miracoli (Motta di Livenza)
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
[[Immagine:|300px]]
Stato bandiera Italia
Regione Stemma Veneto


Regione ecclesiastica Triveneto

Provincia Treviso
Comune Motta di Livenza
Località
Diocesi Vittorio Veneto
Religione Cattolica
Indirizzo
Telefono
Fax
Posta elettronica [mailto: ]
Sito web Sito ufficiale
Sito web 2
Proprietà
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione Santuario
Dedicazione Maria Vergine
Vescovo
Sigla Ordine qualificante O.F.M.
Sigla Ordine reggente O.F.M.
Fondatore
Data fondazione
Architetti

Francesco Zorzi
Jacopo Sansovino

Stile architettonico Neoclassico
Inizio della costruzione 1510
Completamento 1891
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di consacrazione 1513
Consacrato da
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Strutture preesistenti
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore
Datazione scavi
Scavi condotti da
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
45°46′27″N 12°36′00″E / 45.774167, 12.6 bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]
Virgolette aperte.png
Bon dì e bon anno, homo da ben
Virgolette chiuse.png
(Il saluto della Madonna dei Miracoli)

Il Santuario della Madonna dei Miracoli è ubicato a Motta di Livenza, nella diocesi di Vittorio Veneto, dedicato a Maria, invocata con il titolo di Madonna dei Miracoli.

Costruito sul luogo di un'apparizione mariana, è il più importante santuario della diocesi e, più in generale, della provincia di Treviso.

Storia

Apparizione

Maria Vergine sarebbe apparsa ad un contadino del luogo, Giovanni Cigana, la mattina del 9 marzo 1510 mentre era in preghiera presso un capitello ancor oggi esistente e inglobato nel portico della basilica. All'uomo raccomandò preghiera (specialmente il rosario), digiuno, e penitenza.

Costruzione del santuario

Dopo il processo canonico tenuto da Antonio Pizzamano, amministratore della diocesi di Ceneda, la chiesa costruita alla buona sul luogo dell'apparizione fu sostituita da una nuova, consacrata la prima domenica di settembre del 1513. La cura del nuovo santuario fu affidata ai frati francescani.

Nei secoli per le frequenti pestilenze fu più volte imbiancata e andarono così persi alcuni dipinti di pregio del Pordenone. Nel 1713 l'edificio fu pesantemente restaurato secondo i gusti estetici dell'epoca.

In epoca napoleonica fu uno dei rarissimi conventi della provincia a salvarsi dalle soppressioni napoleoniche; nel 1875 ottenne il titolo di Basilica minore e, due anni dopo, fu dichiarata monumento nazionale.

Nel 1891 l'edificio fu di nuovo restaurato riacquistando parte dell'aspetto originario.

Festa

Viene celebrata, sempre con grande devozione da parte dei fedeli della zona, il 9 marzo.

Tra il 2007 e il 2010, su proposta del vescovo di Vittorio Veneto Giuseppe Zenti, l'immagine originale della Madonna dei Miracoli ha girato per le parrocchie della diocesi di Vittorio Veneto e anche per alcune parrocchie esterne ad essa. Questo in preparazione del grande Giubileo aperto in occasione del 500° anniversario dell'apparizione il 9 marzo 2010, il quale chiuderà il 9 marzo 2011.

Nell'occasione le Poste italiane hanno anche emesso un francobollo in onore della Basilica.

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.