Seconda lettera ai Corinzi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Seconda lettera ai Corinzi
P46.jpg
Pagina del papiro P46[1]
Titolo originale Προς Κορινθίους Β'
Altri titoli
Nazione [[]]
Lingua originale greco
Traduzione
Ambito culturale
Autore San Paolo apostolo
Note sull'autore
Pseudonimo
Serie
Collana
Editore
Datazione 56 - 57
Datazione italiana
Luogo edizione Macedonia
Numero di pagine
Genere epistola
Ambientazione
Ambientazione Geografica
Ambientazione Storica

Personaggi principali:

Titoli dei racconti
Libro precedente Prima lettera ai Corinzi
Libro successivo
Adattamento teatrale
Adattamento televisivo
Adattamento cinematografico
Note
Premi:
Collegamenti esterni:
ID ISBN
Virgolette aperte.png
Paolo, apostolo di Gesù Cristo per volontà di Dio, e il fratello Timòteo, alla chiesa di Dio che è in Corinto e a tutti i santi dell'intera Acaia: 2 grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo.
Virgolette chiuse.png
(2Cor 1,1-2)

La Seconda lettera ai Corinzi (2Cor) è un testo contenuto nel Nuovo Testamento della Bibbia cristiana.

È scritta in greco e, secondo l'ipotesi maggiormente condivisa dagli studiosi, è stata composta da san Paolo in Macedonia attorno al 56 - 57.

È composta da 13 capitoli relativi a diversi argomenti:

  • 1-7: direttive alla comunità di Corinto;
  • 8-9: colletta per i cristiani di Gerusalemme;
  • 10-13: difesa del proprio ministero.
Note
  1. Il papiro contiene 2Cor 11,33-12,9, datato attorno al 200. Nelle centoquattro pagine pervenuteci sono conservati ampi frammenti, principalmente appartenenti alle lettere paoline. Rappresenta il più antico manoscritto relativo all'apostolo Paolo.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.