Stimmate

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pesellino, Scomparto di predella con San Francesco d'Assisi riceve le stimmate (part.), metà del XV secolo, tempera su tavola; Parigi, Museo del Louvre

Le Stimmate o Stigmate indicano il fenomeno della riproduzione parziale o totale delle cinque piaghe di Cristo, segni perenni della sua Passione, sul corpo di alcuni santi o personaggi mistici.

Nella storia

Nella storia del cristianesimo si contano oltre trecento casi di persone stigmatizzate.

Il primo caso fu quello di San Francesco d'Assisi. Secondo le testimonianze dei suoi primi biografi, un serafino alato apparve al santo durante il suo soggiorno quaresimale alla Verna; aveva la forma di croce, con le mani ed i piedi confitti; quando la visione scomparve il santo vide impresse sul suo corpo le piaghe di Gesù crocifisso. L'Ordine francescano celebra l'avvenimento il 17 settembre.

Tra i casi più recenti si ricordano in particolare quelli di Beata Anna Katharina Emmerick, Santa Gemma Galgani, Teresa Neumann e San Pio da Pietrelcina.

Il giudizio della Chiesa

La Chiesa, pur riconoscendo genericamente l'origine soprannaturale del fenomeno, si mostra assai prudente nella valutazione dei singoli casi. L'esame del singolo fenomeno viene peraltro effettuato sempre dopo la morte della persona stigmatizzata.

Nella cultura odierna

La cultura razionalistica riconduce le stimmate a fatti naturali come l'isterismo, l'autosuggestione, l'autolesionismo.

Bibliografia
  • AA.VV., Religione, in Enciclopedia Tematica, Rizzoli, Milano, 2005, vol. 15
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.