Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

L'Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali è un ufficio della Conferenza Episcopale Italiana. È costituito presso la Segreteria della CEI, ed anima e coordina l'azione pastorale della Chiesa italiana in questo settore, nell'attenzione ai mezzi di comunicazione sociale: stampa, cinema, radio, televisione, internet, ecc.

L'Ufficio svolge un servizio intraecclesiale e un servizio extraecclesiale.

Servizio intraecclesiale

A livello ecclesiale l'Ufficio cura e gestisce le dinamiche di comunicazione e informazione tra la Segreteria Generale della CEI e gli Uffici, Servizi e Organismi collegati (Caritas Italiana, Fondazione Migrantes, Fondazione Missio, etc), e tra gli stessi Uffici e Servizi pastorali.

In particolare:

  • Cura la Rassegna stampa quotidiana cartacea per il Presidente della CEI, il Segretario Generale, i Sottosegretari, i direttori e vice direttori degli Uffici CEI, i responsabili e i vice responsabili dei Servizi CEI; essa viene recapitata tramite Internet ed Intranet anche ai Vescovi diocesani e agli Uffici diocesani per le comunicazioni sociali, alle diocesi e ai vaticanisti accreditati permanentemente presso l'Ufficio stampa della CEI.
  • Pubblica settimanalmente InfoCEI, un foglio di collegamento che informa su eventi, celebrazioni, tavole rotonde, convegni e seminari che vedono la presenza, la partecipazione e/o l'intervento del Presidente della CEI e del Segretario Generale della CEI, dei direttori e dei responsabili degli Uffici e dei Servizi pastorali e degli Organismi collegati. Tali notizie vengono inserite nell'area news del Sito della CEI.
  • Coordina le attività degli uffici regionali e diocesani per le comunicazioni sociali attraverso incontri periodici di studio e di programmazione: convegni nazionali (biennali), giornate di studio, momenti di riflessione.
  • Fornisce il supporto organizzativo per gli incontri e le iniziative della Commissione Episcopale per la Cultura e le Comunicazioni Sociali.

Servizio extraecclesiale

A livello esterno, l'Ufficio cura i rapporti con la stampa laica e i contatti con i giornalisti di carta stampata, televisivi e radiofonici, oltre che con gli operatori dell'informazione dei settimanali e dei periodici.

In particolare:

  • Gestisce l'Ufficio Stampa, che fa capo al direttore dell'Ufficio, e si avvale della competenza di un giornalista professionista. L'Ufficio Stampa:
    • tiene i rapporti con i mass media e i vaticanisti accreditati permanentemente presso la CEI;
    • redige i comunicati stampa;
    • organizza le conferenze stampa;
    • organizza le interviste al Presidente della CEI, al Segretario Generale della CEI e ai direttori e/o responsabili degli Uffici e dei Servizi pastorali con gli operatori dell'informazione;
    • monitora le Agenzie di Stampa.
  • Coordina il servizio delle trasmissioni della Santa Messa in Tv delle 10.55 su RaiUno, avvalendosi della competenza di un aiutante di studio e regista[1]. Il servizio è in funzione dal gennaio 1954.

La Sezione Cinema e Spettacolo

La Sezione Cinema e Spettacolo ha il fine di sviluppare punti di incontro tra la cultura e la fede cattolica e quello della cultura cinematografica.

Negli ultimi anni la sezione ha seguito due grandi direttrici:

  • ha coordinato le associazioni cattoliche attorno a vari eventi e manifestazioni culturali per far crescere il confronto tra fede e media audiovisivi;
  • valorizza le sale della comunità.

Accanto alla sezione opera la Commissione Nazionale Valutazione Film, che dipende dalla Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana.

Direttori

Note
  1. Da domenica 18 novembre 2007 è attivo il servizio per non udenti sulla pagina 777 di Televideo Rai.
Voci correlate
Fonti

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.