Antropomorfismo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Versione del 18 giu 2012 alle 13:54 di Davide Bolis (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

L'antropomorfismo (dal greco ανθρωπομορφισμός, anthropomorphismós Anthropos= uomo e morphe, =forma) è l'attribuzione di forma umana o di qualità umane. Nella storia della religione, il termine si riferisce alla rappresentazione di Dio in un'immagine umana, con la forma del corpo, le emozioni,ed i sentimenti.

Utilizzo del termine

Il termine trova largo utilizzo in diverse discipline: filosofia, filosofia del linguaggio, teologia, arte, letteratura. Si registra in molte religioni un uso "antropomorfo" della lingua dal momento che è impossibile parlare di Dio, senza attribuirgli alcuni tratti umani. Nella Bibbia, Dio è dotato di caratteristiche fisiche e di emozioni umane, ma allo stesso tempo egli è assolutamente trascendente. In arte e letteratura, l'antropomorfismo si realizza nella rappresentazione di oggetti naturali, ma anche di animali o piante, a cui vengono date qualità umane.

Voci correlate