Chiesa di Santa Maria di Loreto al Foro Traiano (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri significati del nome Santissimo Nome di Maria, vedi Santissimo Nome di Maria (disambigua).
1leftarrow.png Voce principale: Chiese di Roma.
Chiesa di Santa Maria di Loreto al Foro Traiano
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Santa Maria di Loreto (Rome).jpg
Roma, Chiesa di Santa Maria di Loreto al Foro Traiano
Altre denominazioni
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Vicariatus Urbis
Religione Cattolica
Indirizzo Piazza della Madonna di Loreto, 26
00187 Roma (RM)
Telefono +39 06 6793564
Fax +39 06 87603145
Posta elettronica psfornairoma@libero.it
Sito web

Sito ufficiale

Sito web 2
Proprietà Pio Sodalizio dei Fornai
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione rettoria
Dedicazione Maria Vergine
Vescovo
Fondatore Confraternita dei Fornari
Data fondazione 1507
Architetti

Donato Bramante (progetto)
Antonio da Sangallo il Giovane
Jacopo Del Duca
Luca Carimini (restauro del XIX secolo)

Stile architettonico Rinascimentale
Inizio della costruzione 1507
Completamento 1873
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Data di consacrazione 1534
Consacrato da
Data di sconsacrazione {{{Sconsacrazione}}}
Sconsacrato da {{{SconsacratoDa}}}
Titolo
Strutture preesistenti Chiesa della Madonna di Loreto
Pianta centrale
Tecnica costruttiva
Materiali laterizi, travertino
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni DIVAE MARIAE VIRGINI ET MATRI DEI / SODALES LAURETANI D[e]D[icaverunt] AN[no] MDL
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
41°53′46″N 12°29′02″E / 41.895964, 12.483756 Stemma Roma
Mappa di localizzazione New: Roma
Chiesa di S. Maria di Loreto
Chiesa di S. Maria di Loreto
Basilica di S. Pietro
Basilica di S. Pietro
Basilica di S. Giovanni in Laterano
Basilica di S. Giovanni in Laterano
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di Santa Maria di Loreto al Foro Traiano è un edificio di culto di Roma, che sorge sul Foro di Traiano, situato nel centro storico della città, nel rione Trevi: nell'area si erge un'altra chiesa dalla struttura simile (tanto che vengono definite "chiese gemelle"), Santissimo Nome di Maria.

Storia

Chiese di Santa Maria di Loreto, del Santissimo Nome di Maria e Colonna Traiana

La chiesa sorge sul sito di una più antica dedicata dedicata alla Madonna di Loreto che, alla fine del XV secolo, venne donata da papa Alessandro VI (1492-1503) alla Confraternita dei Fornari.

La costruzione della nuovo edifico fu iniziata da Antonio da Sangallo il Giovane (1484-1546) nel 1507, forse su progetto di Donato Bramante (1444-1514) ma ben presto interrotta, ripresa nel 1522 e consacrata nel 1534, quando era realizzata solo la parte basamentale. Il prospetto, invece, fu ultimato nel 1550-1552, mentre in una seconda fase, sotto la direzione di Jacopo Del Duca (1520 ca.-1604), tra il 1573 e il 1576 furono completati i fianchi, venne costruita la cupola e il campanile e compiuto l'intero ordine gigante fino alla cornice. L'apparato decorativo interno fu eseguito nel secolo successivo.

Un complessivo restauro, sia statico che decorativo, fu condotto tra il 1867 e il 1873 da Luca Carimini (1830-1890), che ricostruì anche la sacrestia e aggiunse nel 1871 la retrostante canonica.

La chiesa attualmente è luogo sussidiario di culto della Parrocchia dei Santi Dodici Apostoli.

Descrizione

Chiesa di Santa Maria di Loreto al Foro Traiano (interno)

Esterno

L'edificio è costituito da un basamento quadrato in laterizi e travertino, spartito da paraste corinzie accoppiate che dividono ogni fronte in tre sezioni di diversa ampiezza. Su questo massiccio cubo si innesta un alto tamburo ottagonale, pure in laterizi, con eleganti finestre, che sostiene la cupola, leggermente arretrata e divisa da costoloni in otto spicchi. Su ciascuno di essi si aprono due oculi, più grandi e rotondi nella zona inferiore, più piccoli e sormontati da timpani curvi e triangolari in quella superiore. La cupola è coronata da una splendida lanterna vuota, opera di Jacopo del Duca; analoga è la concezione del campanile, a due cellule (quadrata e circolare) sovrapposte.

Si accede all'interno della chiesa tramite un alto portale sormontato da un timpano triangolare che racchiude un pregevole bassorilievo raffigurante:

Inoltre, sull'architrave del portale è posta l'iscrizione dedicatoria, nella quale si legge:

« DIVAE MARIAE VIRGINI ET MATRI DEI / SODALES LAURETANI D[e]D[icaverunt] AN[no] MDL »

Gli ingressi laterali, lievemente più piccoli, sono sormontati ciascuno da un timpano semicircolare che contiene:

Il portale sinistro presenta anche una lapide con un'iscrizione che si riferisce a un passo biblico del Cantico dei Cantici (3,11)

(LA) (IT)
« INGREDIMINI ET VIDETE / FILIAE SION / REGINAM VESTRAM » « Uscite e guardate, figlie di Sion, la regina »

Interno

L'interno a pianta ottagonale, iscritto in un quadrato, con quattro cappelle semicircolari sui lati alterni e profondo presbiterio, presenta una volta decorata a stucchi dorati. Il restauro di Luca Carimini ha quasi completamente sostituito l'apparato decorativo barocco.

Lato sinistro

Sul lato sinistro si aprono due pregevoli cappelle:

Presbiterio

Marco Palmezzano (attr.), Dio Padre e Madonna di Loreto con san Sebastiano e san Rocco (fine del XV secolo), tempera su tavola a fondo oro

Nel profondo presbiterio si possono ammirare:

Lato destro

Sul lato destro si aprono due pregevoli cappelle:

Note
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.