Anno

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Diagramma dell'anno liturgico di Rito Romanao
Diagramma dell'anno liturgico di Rito Ambrosiano

Un anno indica un periodo di tempo pari a quello impiegato dalla Terra per completare la sua orbita attorno al Sole. È composto da 365 giorni, 366 negli anni bisestili.

Nella vita della Chiesa l'anno viene scandito come Anno Liturgico attraverso il Calendario Liturgico.

Il passaggio dall'Anno giuliano all'Anno gregoriano

Durante l'antichità cristiana il tempo era scandito secondo l'anno giuliano, che era la base del calendario giuliano.

L'anno giuliano fu elaborato dall'astronomo greco Sosigene di Alessandria e promulgato da Giulio Cesare (da cui il nome) nell'anno 46 a.C.. Aveva una durata di 365,25 giorni.

Da quando fu promulgato, l'anno giuliano fu il calendario ufficiale di Roma e dei suoi dominii. Il suo uso si estese gradualmente a tutti i Paesi d'Europa, e anche d'America, man mano che diventavano colonie dei paesi europei.

Nel 1582 fu sostituito dal calendario gregoriano: papa Gregorio XIII, con la bolla Inter gravissimas del 24 febbraio 1582, d'accordo con la maggioranza dei principi cattolici e delle università, stabilì che al 4 ottobre 1582 avrebbe fatto seguito il 15 ottobre 1582, e che in futuro dovessero essere soppressi tre giorni intercalari in quattrocento anni.

Diverse nazioni tuttavia hanno continuato ad utilizzare il calendario giuliano, adeguandosi poi in tempi diversi, tra il XVIII e il XX secolo.

Alcune Chiese Ortodosse tuttora usano il calendario giuliano per il proprio calendario liturgico.

Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.