Sant'Agnese fuori le mura (titolo cardinalizio)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Sant'Agnese fuori le mura
StemmaPapaFrancesco 18-03-2013.jpg        Stemma cardinale.png
Titolo presbiterale
Sant'Agnese fuori le mura
Ingresso inferiore della basilica di Sant'Agnese
Titolare Camillo Ruini
vacante
Istituzione 5 ottobre 1654 da papa Innocenzo X
Istituzione {{{istituita}}} da papa Innocenzo X
Data soppressione
Data soppressione {{{soppressa}}}
Dedicazione Sant'Agnese di Roma
{{{note}}}
Collegamenti esterni
Dati dall'annuario pontificio
Scheda su gcatholic.org
Scheda su Salvador Miranda

Sant'Agnese fuori le mura è un titolo cardinalizio.

Storia

Fu istituito da papa Innocenzo X il 5 ottobre 1654 per sostituire quello di Sant'Agnese in Agone, da lui soppresso per ragioni familiari.

La basilica, che è registrata nel Liber pontificalis tra quelle di fondazione costantiniana ed è ricordata nelle biografie dei papi Liberio, Innocenzo I, Bonifacio I e Leone III, dipendeva dal titulus Vestinae ed era retta da un monastero femminile.

Nel 1480 papa Sisto IV sostituì le monache con i frati di Sant'Ambrogio "ad nemus" di Milano, che, a loro volta, nel 1489, furono sostituiti da papa Innocenzo VIII con i Canonici Regolari Lateranensi, che tuttora la officiano.

La Basilica dipendeva dall'Arcibasilica Patriarcale Lateranense.

Fin dal Rinascimento, il 21 gennaio di ogni anno, la Basilica di Sant'Agnese fuori le mura offre il censo di due agnelli bianchi, allevati dai Padri trappisti dell’Abbazia delle Tre Fontane e benedetti dall’Abate generale dei Canonici Regolari Lateranensi sull’altare della Santa, all'Arcibasilica.

Nello stesso giorno gli agnelli bianchi vengono offerti al Sommo Pontefice in riconoscimento di soggezione dell'Arcibasilica. Con la loro lana vengono confezionati i sacri pallii.

Titolari

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.