Giambattista Altieri (1589-1654)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Giovanni Battista Altieri (1589-1654))
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando l'omonimo cardinale successivo, vedi Giambattista Altieri (1673-1740).
Giambattista Altieri
ALTIERI G B SR. PT.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Altieri Giovanni Battista sr..jpg

'
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 65 anni
Nascita Roma
20 giugno 1589
Morte Narni
26 novembre 1654
Sepoltura Basilica di Santa Maria sopra Minerva
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1º dicembre 1613 dal Card. Giovanni Garzia Mellini
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 26 febbraio 1624
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 12 marzo 1624 dal card. Scipione Caffarelli-Borghese
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
13 luglio 1643 da Urbano VIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Giambattista Altieri (Roma, 20 giugno 1589; † Narni, 26 novembre 1654) è stato un vescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Roma il 20 giugno 1589 e lo stesso giorno fu battezzato nella chiesa parrocchiale di san Marco Evangelista. Era figlio di Lorenzo Altieri, patrizio romano che in prime nozze aveva sposato Ottavia de Torres, morta giovanissima di parto, e di Vittoria Delfini. La coppia ebbe ben sedici figli di cui dodici raggiunsero la maggiore età, sei maschi e sei femmine. Il più noto di questi fu il fratello nato l'anno seguente che diverrà papa con il nome di Clemente X.

Addottoratosi in utroque iure a Roma, ricevette l'ordinazione sacerdotale il 1º dicembre 1613 e Paolo V lo volle come canonico teologo della basilica vaticana. Sotto Urbano VIII fu nominato nel 1623 vescovo di Camerino. Il 12 marzo fu consacrato nella cappella di san Gregorio della basilica liberiana dal cardinal Scipione Borghese, coadiuvato da mons. Raffaele Inviziati (Ch), vescovo di Zante, e da mons Vincenzo Landinelli (Ch), vescovo di Albenga. Nella stessa cerimonia furono consacrati con lui mons. Fausto Caffarelli, nominato arcivescovo di Santa Severina e Ottavio Broglia (Ch), nominato vescovo di Asti.

Rassegnò le dimissioni dal vescovado nel 1627 in favore del fratello minore Emilio, divenendo custode del sigillo della penitenzieria apostolica e visitatore apostolico delle sei sedi suburbicarie. Dal 14 febbraio 1637 fino al 27 marzo 1642 fu vicegerente della diocesi di Roma.

Fu creato cardinale nel concistoro del 13 giugno 1643 e il 31 agosto di quell'anno ricevette la berretta cardinalizia con il titolo di cardinale presbitero di santa Maria sopra Minerva. In quello stesso anno gli fu affidata la conduzione della diocesi di Todi. L'anno seguente prese parte al conclave che vide l'elezione a pontefice di Giovanni Battista Pamphilj che prese il nome di Innocenzo X.

Mentre era in viaggio per Roma per la visita ad limina morì a Narni il 26 novembre 1654. La salma fu trasferita a Roma dove fu seppellita nella chiesa del suo titolo.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Camerino Successore: BishopCoA PioM.svg
Cesare Gherardi 26 febbraio 1624 - 27 novembre 1627 Emilio Bonaventura Altieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Cesare Gherardi {{{data}}} Emilio Bonaventura Altieri
Predecessore: Vicegerente della Diocesi di Roma Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Antonio Tornelli 14 febbraio 1637 - 27 marzo 1643 Marcello Anania I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Tornelli {{{data}}} Marcello Anania
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giulio Roma 31 agosto 1643 - 26 novembre 1654 Giovan Francesco Paolo di Gondi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio Roma {{{data}}} Giovan Francesco Paolo di Gondi
Predecessore: Vescovo di Todi Successore: BishopCoA PioM.svg
Ulderico Carpegna 31 agosto 1643 - 26 novembre 1654 Gerolamo Lomellini (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ulderico Carpegna {{{data}}} Gerolamo Lomellini (Ch)
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.