Beato Grimoaldo Santamaria

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Grimoaldo Santamaria)
Beato Grimoaldo della Purificazione Santamaria, C.P.
Religioso
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Ferdinando
Beato

Grimoaldo Santamaria.jpg

{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 19 anni
Nascita Pontecorvo
4 maggio 1883
Morte Ceccano
18 novembre 1902
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[.]] [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il 14 maggio 1991, da Giovanni Paolo II
Beatificazione 29 gennaio 1995, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 18 novembre
Altre ricorrenze
Santuario principale Badia di Ceccano (FR)
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 18 novembre, n. 10:
« A Ceccano presso Frosinone, beato Grimoaldo della Purificazione (Ferdinando) Santamaria, religioso della Congregazione della Passione, che, mentre si preparava con fervore e gioia al sacerdozio, morì piamente colpito da una malattia. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beato Grimoaldo della Purificazione Santamaria, al secolo Ferdinando (Pontecorvo, 4 maggio 1883; † Ceccano, 18 novembre 1902) è stato un religioso italiano.

Biografia

Figlio di Pietro Paolo e di Cecilia Ruscio, ambedue funai a Pontecorvo. Qui Ferdinando conobbe i Passionisti del vicino ritiro-santuario della Madonna delle Grazie.

Ricevette i Sacramenti della Cresima e dell'Eucaristia in giovanissima età, rispetto alla prassi dell'epoca.

Si iscrisse all'associazione dell'Immacolata sorta nella sua parrocchia per iniziativa del parroco don Vincenzo Romano.

Il padre desiderava che si impegnasse nel lavoro della famiglia, ma non si oppose quando il giovinetto manifestò il desiderio di entrare tra i passionisti e diventare sacerdote e missionario.

Compiuti gli studi primari sotto la guida di don Antonio Roscia, entrò a sedici anni (15 febbraio 1899) nel noviziato dei passionisti di Paliano (FR). Compiuto l'anno di probazione fu ammesso alla professione dei voti, con il nome di Grimoaldo della Purificazione, scelto per devozione verso il santo patrono del suo paese natale[1]. Si trasferì alla Badia di Ceccano per proseguire gli studi in vista del sacerdozio.

Il 31 ottobre 1902, pur godendo di ottima salute, venne colpito da meningite fulminante che lo condusse alla tomba il 18 novembre dello stesso anno.

Nell'ottobre 1962, perdurando la fama di santità, venne riesumato dal cimitero di Ceccano e traslocato nella Badia tenuta dai passionisti.

Urna del giovane beato

Vennero aperti i processi di canonizzazione, mentre si diffondeva la fama di santità e varie grazie e miracoli vennero attribuiti alla sua intercessione, anche tra gli emigranti, soprattutto frusinati, degli Stati Uniti e di altri Paesi.

Dichiarato venerabile il 14 maggio 1991 fu beatificato da Giovanni Paolo II il 29 gennaio 1995, additato all'esempio dei giovani, in particolare dei giovani seminaristi, sulla scia di San Gabriele dell'Addolorata, di cui Grimoaldo fu emulo nella via della santità e del beato Pio Campidelli, altro giovanissimo passionista asceso agli onori degli altari.

Note
Bibliografia
  • P.L., Il funaio mancato. Grimoaldo Santamaria, in Sotto la croce appassionatamente, Ed. Eco, San Gabriele (TE), 2006, pp. 159-168
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.