Vulgata

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Tours: manoscritto della Vulgata attribuito ad Alcuino, VII secolo

La Vulgata è una edizione dell'inizio del V secolo della Bibbia in latino tradotta da San Girolamo su richiesta di Papa Damaso I.

Il nome Vulgata è dovuto alla frase latina vulgata editio (edizione per il popolo) e fu scritta nel latino dell'epoca in contrapposizione del latino elegante di Marco Tullio Cicerone.

L'obiettivo della Vulgata fu di creare una versione della Bibbia più facile da capire e più esatta delle precedenti, in quanto la Bibbia in latino utilizzata precedentemente (Vetus Latina) non era stata tradotta da una unica persona e nemmeno in maniera uniforme, perciò la qualità e lo stile di ogni libro erano differenti.

San Girolamo non ritradusse completamente l'ebraico e il greco originale e non è nemmeno chiaro quanto testo abbia revisionato: in ogni caso tradusse l'Antico Testamento dall'ebraico e i Vangeli dal greco.

Non si sa con sicurezza se abbia tradotto altre parti del Nuovo Testamento oppure rivisto e corretto antiche traduzioni latine.

Il testo di San Girolamo è stato la base per molte delle successive traduzioni della Bibbia, fino al XX secolo quando per l'Antico Testamento si è cominciato ad utilizzare direttamente il testo masoretico ebraico e la Septuaginta, mentre per il Nuovo Testamento si sono utilizzati direttamente i testi greci.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.