Amministrazione apostolica di Prizren

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Amministrazione apostolica di Prizren
Apostolica Administratio Prisrianensis
Chiesa latina

[[File:{{{immagine}}}|290px]]
amministratore apostolico Dodë Gjergji
Sede Prizren

sede vacante
Prizren

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Sede immediatamente soggetta alla Santa Sede
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Kosovo stub.svg
Mappa della diocesi
Nazione bandiera Kosovo
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Amministratori emeriti:

Parrocchie 23
Sacerdoti

53 di cui 50 secolari e 3 regolari
1.226 battezzati per sacerdote

5 religiosi 83 religiose
2.100.000 abitanti in 11.800 km²
65.000 battezzati (3,1% del totale)
Eretta 24 maggio 2000
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Ul. I.L. Ribar 7, 38400 Prizren, Cossovo
tel. (029)41.175 fax. 41.933

Dati dall'annuario pontificio 2008 Scheda
Chiesa cattolica in Cossovo
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

L'amministrazione apostolica di Prizren (in latino: Apostolica Administratio Prisrianensis) è una sede della Chiesa cattolica immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2007 contava 65.000 battezzati su 2.100.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Dodë Gjergji.

Territorio

La diocesi comprende tutto il Cossovo.

Sede dell'amministrazione apostolica è la città di Prizren, dove si trova la cattedrale della Madonna del Perpetuo Soccorso.

Il territorio è suddiviso in 23 parrocchie.

Storia

La diocesi di Prizren fu probabilmente eretta nel V secolo, anche se i riscontri documentali sono piuttosto tenui, limitandosi a menzionare un "Paulus episcopus Prinatensis" fra i vescovi dell'Illiria. Si ipotizza che questa sede possa essere erede di Giustiniana Seconda (che prima aveva il nome di Ulpiana) che fu distrutta nelle invasioni barbariche.

Nei secoli seguenti della diocesi si perde ogni traccia, fino a quando nel 1020 non è menzionata nuovamente. In questo periodo era suffraganea di Ocrida e dopo lo scisma interruppe la piena comunione con la Chiesa d'occidente. Comunque fino al XII secolo era sicuramente attiva ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Antivari.

Dopo l'inizio del Duecento inizia un nuovo periodo di decadenza e di oscurità in seguito alla presenza dei Serbi prima e dei Turchi poi.

Nel 1618 papa Paolo V nomina un vescovo per Prizren e dal 1622 la diocesi è posta sotto la tutela della Congregazione di Propaganda Fide.

Il 2 ottobre 1969 fu unita alla diocesi di Skopje per formare la diocesi di Skopje-Prizren.

L'amministrazione apostolica è stata eretta il 24 maggio 2000 in seguito alla divisione della diocesi di Skopje-Prizren, da cui ha tratto origine anche la diocesi di Skopje.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 2.100.000 persone contava 65.000 battezzati, corrispondenti al 3,1% del totale.

Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.