Costituzioni religiose

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jump to navigation Jump to search

Con l'espressione Costituzioni (dal latino constituere, cioè ordinare, disporre) si indica il codice fondamentale di un istituto religioso, contenente le sue principali norme spirituali e giuridiche.

Il Codice di Diritto Canonico prevede che ogni congregazione e ordine sia dotato di Costituzioni[1] al fine di custodire fedelmente il carisma e l'identità dei vari istituti, secondo le intenzioni dei rispettivi fondatori[2].

Le Costituzioni devono contenere le norme principali della comunità, nello specifico:

« le norme fondamentali relative al governo dell'istituto e alla disciplina dei membri, alla loro incorporazione e formazione, e anche l'oggetto proprio dei sacri vincoli[3] »

Il codice deve essere approvato dalla Santa Sede e può essere modificato solo previo il suo consenso.

Note
  1. cfr. CIC, can. 587
  2. cfr. CIC, can. 578
  3. CIC, can. 587, § 1