Festa di Sant'Andrea (Pescara)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Festa di Sant'Andrea (Pescara)
Pescara FestaS.Andrea 01.jpg
Statua di sant'Andrea apostolo viene imbarcata per la processione sul mare
Festa patronale
Processione
Festa locale
Commemorazione celebrata Sant'Andrea apostolo
Chiamata anche
Note
Stato bandiera Italia
Regione Stemma Abruzzo
Provincia Pescara
Comune Pescara
Località
Luogo specifico Mare Adriatico, Chiesa di Sant'Andrea
Diocesi Pescara-Penne
Periodo Estate
Data
Data fine
Data mobile luglio, ultima domenica
Data d'istituzione 1867
Organizzata da Comitato della Festa di Sant'Andrea
Tradizioni religiose Santa Messa, processione sul mare
Tradizioni folcloristiche spettacolo pirotecnico
Tradizioni culinarie
Informazioni
Collegamenti esterni

La Festa di Sant'Andrea si svolge a Pescara, l'ultima domenica di luglio, in onore di sant'Andrea apostolo, patrono dei pescatori.

Storia

La festa risale al 1867, quando nella zona del Borgo Marino, quartiere vicino al porto e al fiume Pescara, abitato in particolare da gente che viveva del mare e di pesca, venne edificata la Chiesa di Sant'Andrea.

Da quell'anno, la marineria pescarese ha celebrato il Santo patrono con una processione sul mare.

Descrizione

La giornata di festa si articola in momenti celebrativi, devozionali e folcloristici, scanditi dalla tradizione:

  • 9.00: Santa Messa nella Chiesa di Sant'Andrea presieduta dall'Arcivescovo.
  • 10.30: Processione sul mare, la Statua di sant'Andrea apostolo esce dalla chiesa e viene condotta da un corteo verso il porto-canale, dove la attende una flotta di barche addobbate a festa: tra queste, n'è stata scelta una che diventa l'ammiraglia, ossia quella che ha l'onore e il compito di portare la statua del Santo patrono. Nella stessa barca sono accolti anche le autorità religiose e civili. La processione delle barche esce dal porto e prende il largo, costeggiando la spiaggia fino all'altezza di Montesilvano, dove sono gettate le corone d'alloro e i fiori per ricordare i caduti e i dispersi in mare. A questo punto, la flotta rientra in porto. La consuetudine pescarese vuole che in questo giorno non si possa fare il bagno in mare se non dopo aver partecipato alla processione.
  • 24.00: Notte degli spari, splendido spettacolo pirotecnico sul mare.
Voci correlate
Firma documento.png

Il contenuto di questa voce è stato firmato il giorno 14 settembre 2013 da Teresa Morettoni, esperta in museologia, archeologia e storia dell'arte.

Il firmatario ne garantisce la correttezza, la scientificità, l'equilibrio delle sue parti.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.