San Simeone di Gerusalemme

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Simeone di Gerusalemme)
San Simeone I di Gerusalemme
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

41450A.JPG

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte {{{età}}} anni
Nascita I secolo
Morte Gerusalemme
107
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 62
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Patriarca di Gerusalemme
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 27 aprile
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 27 aprile, n. 1:
« A Gerusalemme, commemorazione di san Simeone, vescovo e martire, che, secondo la tradizione, fu figlio di Cleofa e parente del Salvatore secondo la carne e, ordinato vescovo a Gerusalemme dopo Giacomo, fratello del Signore, durante la persecuzione dell’imperatore Traiano patì molti supplizi e ormai anziano ottenne la gloriosa corona con il martirio della crocifissione. »

San Simeone I di Gerusalemme, o Simone (I secolo; † Gerusalemme, 107), è stato un vescovo ebreo , il secondo ad occupare la cattedra della Chiesa di Gerusalemme, dal 62 al 107, dopo la morte di Giacomo di Alfeo.

La tradizione cattolica lo fa coincidere col Simone "fratello di Gesù" citato occasionalmente nei vangeli Mc 6,3; Mt 13,55-57, considerandolo figlio di Maria di Cleofa (moglie di Cleofa-Cleopa) e fratello di Giacomo di Alfeo, al quale succedette alla testa della comunità giudeo-cristiana di Gerusalemme.

Simeone guidò l'unica comunità cristiana formata interamente da ebrei. Costretta a fuggire a Gerusalemme dopo la sua distruzione ad opera dei romani (70 d.C.), la comunità di Simeone trovò rifugio oltre il fiume Giordano, a Petra di Perea.

Simeone fu denunciato da un gruppo di eretici e condannato alla crocifissione.

Nei Padri della Chiesa

Egesippo, uno dei primi scrittori cristiani, giunto a Roma verso la metà del II secolo, riferisce dell'elezione di Simeone a vescovo.

Eusebio di Cesarea lo indica come cugino del Salvatore, figlio di Cleofa (o Cleopa), fratello di Giuseppe, padre putativo di Gesù, in un passaggio che è una citazione dello storico Egesippo[1]. Inoltre scrive che Simeone fu uno dei due discepoli che, sulla strada di Emmaus incontrarono Cristo risorto.

Predecessore: Patriarca di Gerusalemme Successore: Stemma vescovo.png
Giacomo il Giusto 32 - 62 62 - 107 Giusto I 107 - 113 I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo il Giusto 32 - 62 {{{data}}} Giusto I 107 - 113
Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.