Aiuto:Categorie/Creazione

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.


Nuvola apps khelpcenter.pngSportello informazioni

Questa pagina introduce alla creazione delle categorie su Cathopedia.

Per la creazione di categorie di servizio, vedi Categorie di servizio.

Prima della creazione

Prima di creare una categoria è necessario:

  • chiedersi se la categoria che si sta per creare sia utile come strumento di classificazione e di ricerca; in particolare, il criterio di inclusione della categoria deve essere nitido, non soggetto a interpretazioni e facilmente intelligibile a partire dal titolo.
  • verificare che non ne esista già una equivalente, sfogliando l'enciclopedia a partire da un tema principale, oppure partendo dal vertice dell'albero delle categorie, oppure ancora visualizzando le pagine speciali per l'albero delle categorie, come spiegato sotto.
  • avere ben chiaro dove inserire la nuova categoria nell'albero, cioè come categorizzarla
  • evitare che una categoria appartenga a se stessa creando così delle ricorsioni infinite dell'albero
  • porre attenzione sul nome della categoria, preferendo un nome al plurale (in quanto le categorie sono raccolte di voci) ed evitando nomi troppo lunghi o ridondanti: le pagine delle categorie non sono rinominabili (cambiare nome ad una categoria è un lavoro quasi sempre lungo e noioso, che necessita di editare ciascuna voce presente nella categoria).
  • evitare di creare categorie senza sapere se esistono già delle voci che vi verranno incluse. Una categoria destinata a restare vuota è inutile, fa perdere tempo a chi la crea ed a chi la consulta e viene cancellata immediatamente quando trovata.

In caso di dubbi, soprattutto per categorie che conterranno potenzialmente centinaia di voci, chiedere delucidazioni relative all'argomento della categoria in oratorio.

Convenzioni per i nomi delle categorie

In generale, le convenzioni per i nomi delle categorie corrispondono a quelle relative alle voci.

Una categoria che contenga una serie di cose simili tra loro deve essere sempre scritta al plurale (es. Categoria:Scrittori italiani e non "Categoria:Scrittore italiano"), salvo alcune rare eccezioni grammaticali (es. Categoria:Duomo).

Geografia ed enti locali

Le categorie di specificazione di entità geografiche (paesi, regioni, province, città, ecc.) devono essere create usando il più possibile la forma

"...del/dello/della Nome Stato"

Es.: Categoria:Città della Francia.

Solo quando ciò fosse grammaticalmente scorretto, si potrà ricorrere nell'ordine:

  1. Alla preposizione di, articolata o meno a seconda dei casi (es.: Categoria:Re di Israele, Categoria:Chiese del Lazio).
  2. Alla preposizione in, in particolare per cose intangibili, ove risulti inadatto, ambiguo o scorretto utilizzare di (es.: Categoria:Diocesi in Italia, in modo da evitare forme come "Diocesi dell'Italia")
  3. Alla preposizione a, in particolare per cose mobili (es.: Categoria:Dipinti a Roma, poiché "Dipinti di Roma" indicherebbe un'appartenenza troppo stringente per un bene mobile ed è anche ambiguo)
  4. All'aggettivo (in ultima ipotesi e solo se le soluzioni precedenti sono impraticabili).

Biografie

Per le categorie di personaggi, invece, si deve usare sempre l'aggettivo (es: Categoria:Presbiteri spagnoli e non "presbiteri della Spagna"). Unica eccezione è quando l'aggettivo non indica la nazionalità, ma un ruolo o incarico inerente allo Stato (es: Categoria:Nunzi apostolici per l'Argentina).

Creazione

Per creare una categoria che si chiami "NomeCategoria", digitare "Categoria:NomeCategoria" in Speciale:Trova[1] e poi premere "Ricerca".

  • Se la categoria esiste, il sistema ci presenta la relativa pagina e la procedura finisce qui. Abbiamo eseguito il controllo preventivo.
  • Se la categoria non esiste, il sistema presenta la pagina di ricerca (negativa), con, tra l'altro, il messaggio:
La ricerca non ha prodotto risultati. Crea la pagina X su questo progetto.

Cliccando sul testo in rosso, il sistema entra nella procedura standard di modifica e presenta una pagina temporanea, con l'intestazione "Stai creando Categoria:NomeCategoria".

Ordine degli elementi da inserire

Il testo minimo obbligatorio da inserire consiste in [[Categoria:Categoria superiore]]: con ciò si inserisce la categoria in creazione nella categoria superiore di riferimento, secondo la forma standard.

È però bene fornire la categoria di una breve descrizione. Alle categorie, infine, è possibile associare uno o più portali correlati, attraverso il template {{portale}} (che va posto sotto la descrizione della categoria).

Riassumendo, l'ordine degli elementi è il seguente:

  1. eventuali avvisi di lavoro sporco
  2. descrizione della categoria
  3. template:portale
  4. categorie superiori

Dopo la creazione

Dopo aver creato la categoria, è necessario, affinché non venga cancellata, che esistano delle pagine che facciano riferimento ad essa. La categoria andrà dunque "popolata". Se si sono seguite le linee guida, si avrà già un elenco di massima di pagine da categorizzare e si potrà quindi provvedere a categorizzarle.

Sarebbe buona norma cercare anche altre pagine che possono essere categorizzate.

Uno dei metodi per trovare tutte le voci che riguardano un dato argomento è quello di combinare le ricerche tramite le categorie con l'uso dello strumento "Pagine che richiamano una voce", che offre l'elenco delle altre voci che contengono un link verso di essa, anche se appartenenti a categorie differenti.

Altre informazioni per la nuova categoria

Una volta creata la categoria:

  • È auspicabile inserire una sia pur minima illustrazione del contenuto della categoria. Vedi ad esempio Categoria:Arcidiocesi di Genova. Se esiste una voce dedicata al titolo della categoria è bene che sia presente un wikilink ad essa nel testo (nell'esempio la voce Genova).
  • In alcuni casi può essere importante inserire spiegazioni sul modo di inserire le voci nella categoria stessa. Vedi ad esempio Categoria:Libri per epoca
  • Se il titolo può causare ambiguità o dubbi su quali voci sia opportuno inserire, va chiarito il criterio di inclusione, eventualmente indicando le categorie alternative.
  • Può essere utile inserire un link al portale di riferimento, inserendo la sintassi {{Portale|nomeportale}} dove nomeportale è il nome di uno dei portali.
  • In una categoria di servizio può essere utile inserire un link al progetto tematico di riferimento, tramite {{Progetto|nomeprogetto}}
  • Altri template specifici per le categorie si trovano in Categoria:Template categorie

Pagine speciali per l'albero delle categorie

Per avere informazioni sulle categorie esistenti, oltre ai metodi già illustrati sono disponibili i seguenti strumenti:

  • pagina Speciale:Categorie. Contiene l'elenco alfabetico completo di tutte le categorie riferite nelle voci, comprese quelle non ancora esistenti (evidenziate in rosso)
  • pagina Speciale:CategoryTree. Consente di effettuare ricerche mirate all'interno di sezioni dell'albero usando come chiave il nome di una categoria di cui verrà mostrato tutto il sottoalbero. Inserendo come chiave Categorie verrà visualizzato l'intero albero.
Note
  1. È anche possibile effettuare una ricerca di sole categorie in questa specifica casella di ricerca: in questo caso va digitato solo "NomeCategoria", senza il prefisso "Categoria:".
Voci correlate

Aiuto:Categorie

Collegamenti esterni

Voce Categorie/Creazione di it.wiki: il materiale ivi presente è stato rielaborato in senso cattolico e integrato



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.