Festa di San Michele Arcangelo (Vitorchiano)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Festa di San Michele Arcangelo (Vitorchiano)
Vitorchiano FestaS.MicheleArc.jpg
Processione verso il Santuario
Festa patronale
Processione
Festa locale
Commemorazione celebrata San Michele Arcangelo, patrono della città
Chiamata anche
Note
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio
Provincia {{{provincia}}}
Comune Vitorchiano
Località
Luogo specifico Santuario di San Michele Arcangelo
Diocesi Viterbo
Periodo Primavera
Data inizio 8 maggio
Data fine 20 maggio
Data mobile
Data d'istituzione
Organizzata da Comitato Festeggiamenti San Michele Arcangelo
Tradizioni religiose processione
Tradizioni folcloristiche Poggiata
Tradizioni culinarie ciambelle
Informazioni
Collegamenti esterni

La Festa di San Michele Arcangelo si svolge, ogni anno, a Vitorchiano (Viterbo), dall'8 al 20 maggio, in onore di san Michele Arcangelo, patrono della città.

Descrizione

La festa si articola in momenti celebrativi, devozionali e folcloristici, che hanno il loro culmine nei seguenti giorni e tradizioni:

8 maggio

Sabato successivo

In questa giornata è consuetudine fare la Poggiata, una vera e propria scampagnata presso il Santuario, per raggiungere il quale occorre camminare lungo un percorso sterrato che parte dal centro storico, ubicato su una rupe di peperino a strapiombo sulla vallata sottostante, e scendere lungo un pendio dove, nascosto tra una vegetazione particolarmente ricca, si trova il Santuario. La poggiata coinvolge molti abitanti del paese ed è l'occasione per assaggiare le ciambelle, tipiche del territorio, offerte dai "Festaroli".

Domenica successiva

Nella domenica successiva si svolge la processione solenne (ore 10.00), dal centro storico al Santuario stesso, con la Statua di San Michele Arcangelo, accompagnata da autorità religiose e civili, dalle Confraternite con i lanternoni caratteristici adorni di fiori e dalla Banda musicale "Fedeli di Vitorchiano".

Sapori di festa

Santuario di San Michele Arcangelo (XIV secolo)

La festa, come vuole la tradizione, vive anche a tavola con i piatti della tradizione:

  • ciambelle con l'anice
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.