Filistei

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

I filistei (ebreo פְלִשְׁתִּים felištīm, arabo فلسطينيون , a raffrontare della parola araba فلَسْطينية, Palestina) furono un antico popolo del bacino del Mediterraneo.

Il popolo

Sembra che i Filistei fossero originari dell'isola di Creta; e forse questa era a sua volta una tappa intermedia dell'itinerario che li condusse nel Medio Oriente. Emigrarono allo stesso tempo degli altri popoli del mare ed attaccarono l'Egitto. Respinti, s'installarono sulla costa sud canaanea (da Gaza a Tel Aviv attuali) verso il 1175 a.C. e fondarono le loro città principali lungo il litorale, sui siti attuali di Ashdod, Ashkelon e Gaza.

Alcuni secoli dopo la scomparsa dei Filistei l'imperatore romano Adriano ribattezzò la regione come Palestina (135 d.C.): "Palestina" è la forma "romanizzata" dell'antica denominazione biblica "Filistia". L'imperatore operò una tale scelta per mortificare gli ebrei negando i loro diritti su quella terra.

Nel 1150 a.C., gli Israeliti entrarono in conflitto con i Filistei dopo aver conquistato la maggior parte del paese di Canaan ma, non riuscendo a riportarne la vittoria, si stabilirono più a nord sulle terre dei Canaanei.

Dal 1080 a.C. al 931 a.C., sotto la guida del re Saul e poi del re Davide gli Israeliti contennero e poi respinsero i Filistei: il celebre episodio di Davide che sconfigge il gigante Golia appartiene a questa epopea.

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.