Monastero di San Michele di Leme (Orsera)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Monastero di San Michele di Leme
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
San michele di leme.jpg
Monastero di San Michele di Leme, veduta esterna dell'abside della chiesa
Altre denominazioni
Stato bandiera Croazia
Regione Istria
Provincia
Comune Orsera
Località
Diocesi Parenzo e Pola
Religione Cattolica
Indirizzo
Telefono
Fax
Posta elettronica [mailto: ]
Sito web

[http:// Sito ufficiale]

Sito web 2
Proprietà
Oggetto tipo Monastero
Oggetto qualificazione benedettino
Dedicazione San Michele arcangelo
Vescovo
Sigla Ordine qualificante O.S.B.
Sigla Ordine reggente O.S.B.
Fondatore
Data fondazione
Architetto


Stile architettonico Romanico
Inizio della costruzione X secolo
Completamento
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Data di consacrazione
Consacrato da
Titolo
Strutture preesistenti
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali
Data della scoperta
Nome scopritore
Datazione scavi
Scavi condotti da
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima
Profondità Massima
Diametro Massimo
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
45°08′31″N 13°42′07″E / 45.142, 13.702 bandiera Croazia
Mappa di localizzazione New: Croazia
San Michele di Leme
San Michele di Leme
Zagabria
Zagabria
Rijeka
Rijeka
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

Il Monastero di San Michele in Leme, Kloštar in croato, è un complesso monumentale benedettino del X secolo, di cui oggi non rimangono solo alcuni ruderi, situato su uno dei pendii che costeggiano il Canale di Leme, in Istria.

Storia

Non appena istituito, il monastero divenne il centro di una vasta tenuta che andò ampliandosi grazie ai costanti atti di donazione da parte dei nobili istriani.

Ospite temporaneo del convento fu san Romualdo, che poi preferì trascorrere i suoi giorni da eremita nella vicina grotta, oggi a lui intitolata nonostante sia un sito di epoca molto precedente e custodisca reperti di vita preistorica.

I benedettini rimasero nel cenobio fino al XVII secolo, quando la tenuta divenne feudo; nella seconda metà del XIX secolo passò al demanio dell'Austria.

Descrizione

Dell'intero complesso monastico si è conservata unicamente una piccola cappella paleocristiana del VI secolo con abside e volta a botte; al suo interno ci sono dei resti di dipinti murali, ad affresco con rappresentazioni figurative e iscrizioni.

Accanto alla cappella sorge un'imponente chiesa monastica del XI secolo costruita in stile romanico, con abside semicircolare, nella quale sono custoditi gli dipinti murali, ad affresco, realizzati nello stesso periodo da un anonimo maestro benedettino della scuola ottoniana.

Fra le vestigia del cenobio si riconoscono parti di mura e del chiostro, dove si trova la gola di una cisterna realizzata in stile romanico.

Fonti
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.