Aiuto:Collegamenti esterni

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Disambig-dark.svg
Questa pagina riporta le informazioni sulla sintassi dei collegamenti esterni.
⇒  Per l'uso che se ne fa nel progetto Cathopedia vedere Cathopedia:Collegamenti esterni.

I Collegamenti esterni sono, come dice il nome, collegamenti a siti o pagine esterni a Cathopedia.

Le varie sintassi dei collegamenti esterni

Vi sono vari modi per inserire un collegamento esterno:

Forma base

Il modo più semplice per creare un collegamento esterno (ad esempio al sito vaticano) è scrivere solamente l'URL comprensivo del http:// o https: iniziale. Ad esempio:

http://www.vatican.va

Il software lo trasformerà direttamente in questo collegamento:

http://www.vatican.va

Tale metodo si può usare se il collegamento esterno è l'unico testo di una nota, e rappresenta la fonte da cui si è tratto il testo a cui la nota si riferisce:

Forma con titolo

Un altro metodo, da usare normalmente, consiste nell'usare le parentesi quadre come per i collegamenti interni, ma usando una sola parentesi quadra (non due come per i collegamenti interni) parentesi quadra, e usando come separatore tra il collegamento esterno e il testo da visualizzare lo spazio (e non la barra verticale come nei collegamenti interni).

Esempi:

Questa forma è quella da usare sistematicamente, soprattutto nella "sezione" dei collegamenti esterni in fondo alla pagina.

Altra forma (da non usare)

Esiste una terza forma, che consiste nell'omettere le parole dopo lo spazio: [http://www.google.com], che diventa [1]

Dal momento che questa forma è abbastanza criptica, e lascia perplesso il lettore sprovveduto, non è da usare mai.



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.