Bollario

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Con Bollario si intende una raccolta di bolle pontificie. I bollari sono compilati solitamente in ordine cronologico, raccogliendo i documenti più importanti di vari papi, ma possono anche essere fatti secondo criteri diversi (documenti relativi a un determinato paese, o a un determinato ordine religioso, o a una data chiesa). I bollari raccolti secondo il criterio cronologico non contengono tutti i documenti emanati da un papa, per i quali occorre consultare il Regestum Vaticanum.

I bollari costituiscono fonti utili per la consultazione del magistero cattolico dei singoli papi, al pari dei volumi del Mansi per i sinodi e concili, e del più diffuso Denzinger che compie una necessaria sintesi sia di insegnamenti papali che conciliari.

I principali bollari cronologici sono:

  • Magnum bullarium romanum, pubblicato per iniziativa di Sisto V nel 1586 e comprendente documenti dall'epoca di Leone I al 1585; proseguito poi in varie riprese ad opera dei tipografi Laerzio Cherubini, Angelo Cherubini di lui figlio, e Angelo Lantusca e Giovanni Paolo da Roma, fino al 1670 (online vol. 1; 2; 3; 6; 9; 10; 13);
  • Bullarium magnum romanum a Leone Magno usque ad Benedictum XIV, Lussemburgo 1727-58;
  • Bullarium privilegiorum ac diplomatum Romanorum Pontificum amplissima collectio opera et studio Caroli Cocquelines, Roma 1733-44 (a partire dal tomo VII, che è però il primo pubblicato - il tomo I reca la data del 1739 - sino all'ultimo, il titolo è: Bullarium romanum seu novissima et accuratissima collectio Apostolicarum constitutionum ex autographis, quae in Secretiori Vaticano, aliisque Sedis Apostolicae scriniis asservantur), la quale comprende atti dall'epoca di Leone Magno sino al 1740.
  • Sanctissimi Domini Nostri Benedicti XIV Bullarium, Roma 1746-57, e Bullarii romani continuatio Summorum Pontificum Clementis XIII, Clementis XIV, Pii VI, Pii VII, Leonis XII et Pii VIII, ad opera del Barberi e dello Spezia (sostituito poi dal Segreti), Roma 1835-56.
  • Bullarium Romanum (titolo completo Bullarium diplomatum et privilegiorum sanctorum romanorum Pontificum Taurinensis editio locupletior facta novissima collectione plurium brevium epistolarum decretorum actorumque S. Sedis a Leone Magno usque ad praesens), a cura di Tomassetti, 1857-72, 24 volumi, pdf online.
  • Pontificiarum constitutionum in bullariis magno et romano contentarum et aliunde desumptarum epitome, et secundum materias dispositio, a cura di Aloysii Guerra, Venezia 1772, in quattro tomi.

Tra i bollarî di ordini religiosi è essenziale per gli studiosi del basso Medioevo il Bullarium franciscanum di fra G. Giacinto Sbaraglia (Roma 1759-65, voll. 3; vol. IV 1768; vol. V 1898; voll. VI-VII Roma 1902-04).

Voci correlate
Collegamenti esterni
  • Voce "Bolla" in Enciclopedia Treccani (1930), online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.