Sacrorum Conciliorum Nova Amplissima Collectio

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Mansi)
Disambig-dark.svg
Mansi rimanda a questa voce.
⇒  Se ne stai cercando il curatore vedi Giovanni Domenico Mansi.
Monsignor Giovanni Domenico Mansi, curatore dell'opera

Sacrorum Conciliorum Nova Amplissima Collectio ("Nuova ampissima collezione dei Sacri Concili"), solitamente indicata con Mansi dal cognome del suo compilatore, è il nome della raccolta di documenti relativi a sinodi regionali e concili universali, curata dall'ecclesiastico italiano Giovanni Domenico Mansi (1692-1769).

Nella versione originale, che consta di 31 volumi, giunge a coprire fino a metà del Concilio di Basilea, Ferrara e Firenze del 1438[1][2], ma in seguito ha visto la pubblicazione di altri supplementi. Nella storiografia cattolica, il Mansi sta al magistero come il Migne (PL e PG) sta alla tradizione.

Precedenti

Prima del Mansi altri ecclesiastici si erano dedicati a compilare e pubblicare raccolte di fonti relative ai concili:

Il Supplementum

Dal 1748 al 1752 il Mansi pubblicò a Lucca sei volumi che avevano come titolo Sanctorum conciliorum et decretorum collectio nova, seu collectionis conciliorum... supplementum, in quo additamenta, variantes lectiones emendationes ad concilia Veneto-Labbeana; nova itidem concilia, ac decreta exhibentur[5].

Il Supplementum del Mansi rimane l'opera erudita più originale del suo autore, anche se non esente da errori critici[6]; il lavoro specifico del Mansi consistette nel recupero delle fonti conciliari, con 320 lettere papali e nuovi documenti su 900 concili, alcuni dei quali fino ad allora del tutto sconosciuti; allo scopo utilizzò, comunque, i Concilia Magnae Britanniae et Hiberniae di David Wilkins[7], i Sacra concilia Ecclesiae Romano-Catholica in Regno Hungariae di Károly Péterffy[8] e la Veterum scriptorum et monumentorum historicorum, dogmaticorum, moralium, amplissima collectio di Edmond Martène[9].

Nelle intenzioni del Mansi il Supplementum doveva essere la preparazione di una nuova edizione completa delle fonti conciliari.

L'opera completa

La pubblicazione della raccolta completa delle fonti conciliari iniziò effettivamente nel 1759; essa giunse a termine solo nel 1798, quasi trent'anni dopo la morte del Mansi.

Il titolo dell'opera è Sacrorum conciliorum nova, et amplissima collectio... Editio novissima[10]. Essa si articola in 31 volumi: i primi tredici furono stampati a Firenze, i successivi a Venezia; il XV volume (1770) si apre con l'annuncio della morte del Mansi e con l'avvertenza dell'editore Antonio Zatta che l'autore aveva interamente condotto a termine la preparazione dell'opera.

La monumentale opera fu ristampata con aggiunte da Louis Petit e Jean Baptiste Martin in 60 volumi a Parigi tra il 1899 e il 1927.

Volumi

Questo l'elenco completo dei volumi e con le date dei documenti inclusi:

Valutazione

Da un lato, la raccolta rende ancora oggi un utile servizio, essendo indicata nelle citazioni di molti documenti della Chiesa Cattolica. Cf. Paolo VI:

« L'opera del Mansi, infatti, rimane tuttora la più completa collezione di testi conciliari e, pur con i suoi limiti, si è rivelata strumento prezioso per gli studi di storia della Chiesa e di teologia, utilizzato largamente anche dal Concilio Ecumenico Vaticano II. »

D'altro lato,

« tradisce troppo la fretta, la mancanza di critica nella scelta dei testi e delle varianti, la mancanza di accuratezza, per cui s'incontrano ripetizioni e contraddizioni, che sviano; e talora una negligenza fonte di gravi confusioni. »
(Celestino Testore, 1951, 1979)
Note
  1. Celestino Testore (1951) 1979.
  2. Auguste Boudinho (1910) afferma il lavoro si fermò a quel punto per mancanza di risorse.
  3. 18 volumi in folio, Parigi 1672.
  4. Il titolo completo è Sacrosancta concilia ad regiam editionem exacta quae olim quarta parte prodiit auctior studio Philip. Labbei, & Gabr. Cossartii... nunc vero integre insertis Stephani Baluzii, & Joannis Harduini additamentis, praeterea undecunque conquisitis monumentis, notis insuper ac observationibus, firmiori fundamento conciliorum epochas praecipue fulcientibus, longe locupletior, & emendatior exhibetur curante Nicolao Coleti, 23 volumi in folio, Venezia 1728-33.
  5. Il titolo completo è Sanctorum conciliorum et decretorum collectio nova, seu, Collectionis conciliorum a PP. Philippo Labbeo & Gabriele Cossartio Soc. Jesu presbyteria primum vulgatae, dein emendatioris et amplioris opera Nicolai Coleti sacerdotis Venetiis recusae supplementum: in quo additamenta, variantes lectiones, emendationes ad Concilia Veneto-Labbeana, nova itidem concilia ac decreta permulta exhibentur, come da worldcat.org.
  6. Fabrizio Vannini (2007).
  7. Londra 1737.
  8. Bratislava 1742.
  9. Nove volumi, Parigi 1724-33.
  10. Titolo completo: Sacrorum conciliorum nova et amplissima collectio, cujus Johannes Dominicus Mansi et post ipsius mortem Florentius et Venetianus editores ab anno 1758 ad annum 1798 priores triginta unum tomos ediderunt, nunc autem continuatat et absoluta.
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.