Incredulità

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giotto di Bondone, Allegoria dell'Infedeltà (1303 - 1305), affresco; Padova, Cappella degli Scrovegni

L'incredulità, o infedeltà è la noncuranza della verità rivelata o il rifiuto volontario di dare ad essa il proprio assenso.

Tra le forme di incredulità si può distinguere:[1]

  • il dubbio volontario circa la fede: esso trascura o rifiuta di ritenere per vero ciò che Dio ha rivelato e la Chiesa ci propone a credere;
  • il dubbio involontario: esso indica l'esitazione a credere, la difficoltà nel superare le obiezioni legate alla fede, oppure l'ansia causata dalla sua oscurità.

Se viene deliberatamente coltivato, il dubbio può condurre all'accecamento dello spirito.

Note

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.