Lingua siriaca

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Il siriaco è una lingua semitica propria di alcune chiese cristiane orientali.

Come altre lingue semitiche (ebraico, aramaico, arabo) è scritta da un proprio alfabeto consonantico (alfabeto siriaco) scritto da destra a sinistra, ed è caratterizzata dalla radice trilittera delle parole.

A partire dal centro di Edessa si diffuse nel medio-oriente tra il 200-800 d.C. fino a quando venne sostituita dall'arabo come lingua popolare, ma sopravvive tuttora come lingua sacra per i cristiani nestoriani e giacobiti. In siriaco vennero tradotti i principali testi della classicità greca, e attraverso questi gli arabi li introdussero nell'occidente medievale.

La versione della bibbia (Antico e Nuovo Testamento) in siriaco è la Peshittà.

Note
Bibliografia
  • Massimo Pazzini, Grammatica siriaca, Gerusalemme 1999, pp. 10-11
Voci correlate
Collegamenti esterni
  • Dizionario siriaco inglese online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.