Passione di Gesù Cristo (Gessopalena)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Passione di Gesù Cristo (Gessopalena)
Gessopalena PassioneGesuCristo 01.JPG
Crocifissione di Gesù Cristo
Riti della Settimana Santa
Sacra rappresentazione
Festa locale
Commemorazione celebrata Vita, morte e resurrezione di Gesù Cristo
Chiamata anche
Note
Stato bandiera Italia
Regione Stemma Abruzzo
Provincia Chieti
Comune Gessopalena
Località
Luogo specifico Vie e piazze del centro storico
Diocesi Chieti-Vasto
Periodo Primavera
Data
Data fine
Data mobile Mercoledì Santo
Data d'istituzione 1965
Organizzata da Pro Loco e Comune di Gessopalena, Parrocchia di Santa Maria Maggiore e San Valentino
Tradizioni religiose Sacra rappresentazione
Tradizioni folcloristiche {{{tradizioni folcloristiche}}}
Tradizioni culinarie
Informazioni
Collegamenti esterni

La Passione di Gesù Cristo è una sacra rappresentazione, che rievoca, ogni due anni, a Gessopalena (Chieti), il Mercoledì Santo, la vita, la morte e la resurrezione di Gesù Cristo.

Descrizione

La Passione di Gesù Cristo, messa in scena dal 1965, è una sacra rappresentazione, che si articola in scene, ispirate al Vangelo, che narrano la vita, passione e resurrezione di Gesù Cristo, rappresentate nei punti più suggestivi del borgo medievale, coinvolgendo oltre duecento figuranti.

La sacra rappresentazione, grazie anche all'accompagnamento musicale, guida gli spettatori alla scoperta di Gesù Cristo in mezzo a loro, confuso tra il pubblico, in un lasso temporale che congiunge il prima con il poi, che proietta il passato nel presente, nel ricordo del Redentore che si fa visibile, nel rammentare gli episodi peculiari della propria esistenza che lo stanno conducendo sulla croce, seguendo i disegni di Dio Padre.

Le scene si articolano in tre parti narrative:

Prima parte

La prima parte si svolge nella piazza principale, dove, dopo il prologo, si rappresentano le scene seguenti:

Seconda parte

Nella seconda parte si svolge la Via Crucis, lungo un suggestivo percorso che si snoda nel borgo medioevale, interamente scavato nella roccia di gesso, dove verranno ricostruiti le ambientazioni e i momenti salienti della passione di Gesù Cristo:

Terza parte

La parte più alta del borgo, con lo sfondo imponente della Majella e la visione della Valle del Sangro fino all'Adriatico, fa da cornice alle scene conclusive della sacra rappresentazione:

Bibliografia
  • Laura Cavallo, Francesca Faramondi, Feste e Sagre in Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Editore L'Ortensia Rossa, Roma 2010, p. 49 ISBN 9788896372197
Voci correlate
Firma documento.png

Il contenuto di questa voce è stato firmato il giorno 10 settembre 2013 da Teresa Morettoni, esperta in museologia, archeologia e storia dell'arte.

Il firmatario ne garantisce la correttezza, la scientificità, l'equilibrio delle sue parti.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.