Apri il menu principale

Cathopedia β

Uditore di Rota

100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Uditore di Rota è il termine che designa i prelati che compongono il tribunale ecclesiastico della Sacra Rota Romana. Il loro numero è variato lungo i secoli, né si trova fissato nel Codice di Diritto Canonico; nelle Regulae speciales del 1908 si stabiliva a dieci, ma nelle Normae del 24 giugno 1934 il numero è lasciato nuovamente indeterminato. Sono eletti dal papa e devono essere presbiteri di età matura e forniti di laurea in diritto canonico e civile. Formano un collegio presieduto dal loro decano, come primo tra pari. Giunto al 75° anno d'età l'uditore diventa emerito e cessa di essere giudice. Ognuno degli uditori può scegliersi due (il decano, tre) aiutanti di studio (secreti), dei quali uno può essere dal collegio rotale riconosciuto ufficialmente. L'uditore è responsabile dei danni che le parti litiganti avessero subito per sua grave negligenza o colpa.

Bibliografia
  • Luigi Giambene Enciclopedia Italiana (1937), online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.