Quattro

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Quattro
06apocal.jpg
Albrecht Dürer, Quattro angeli comandano i venti e chiudono il sigillo (1497 - 1498), incisione
Altro nome {{{altro nome}}}
Tipologia Numero
Etimologia
Origini
Caratteristiche
Significato Totalità cosmica
Personaggi biblici Evangelisti
Persone cristiane
Persone storiche
Personaggi letterari
Simboli
correlati
Tetramorfo
Fonti bibliche e cristiane
Fonti storiche e letterarie
Episodi biblici e cristiani
Episodi storici e letterari

Il numero quattro è, nella tradizione biblica, il numero della totalità cosmica.

Nella Bibbia

L'uso più comune del numero quattro è per indicare le quattro direzioni (Is 11,12; Ez 1,17; 7,2; 10,11; Ap 20,8) celesti e del vento (Ger 49,36; Ez 37,9; Dn 7,2; 11,4; Zc 2,10; 6,5; Mt 24,31; Mc 13,27; Ap 7,1); è il numero del creato nella sua espansione totale, e in particolare è il numero della terra poiché, mentre il cielo è visto come cerchio, la terra è vista come un quadrato.

Nell'Antico Testamento si parla di risarcimento quadruplo (2Sam 12,6; 15,7); in questa linea si pone la determinazione di Zaccheo di restituire quattro volte tanto a coloro a cui ha rubato (Lc 19,8).

Significativi sono i "quattro viventi" della tradizione apocalittica (Ez 1,5: ognuno ha quattro sembianze, Ez 10,14.21; Ap 4,6.8; 5,6.8.14; 6,1.6; 7,11; 14,3; 15,7; 19,4), che i quattro evangelisti assumono nel tetramorfo.

Il quattro finisce per designare tutto ciò che ha carattere di pienezza:

Nella tradizione della Chiesa

Tetramorfo (prima metà del XIII secolo), avorio; Parigi, Museo Nazionale del Medioevo

Nella Tradizione della Chiesa il numero è legato ai quattro Vangeli, secondo Matteo, secondo Marco, secondo Luca, secondo Giovanni.

Note
  1. Le beatitudini sono otto in Mt 5,1-10.
Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.