Sede titolare di Derbe

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Diocesi di Derbe)
Derbe
Sede vescovile titolare
Derbe
Chiesa latina
[[Immagine:{{{immagine}}}|290px|Sede titolare di Derbe]]
Vescovo titolare: vacante
dal 1971
Arcivescovo titolare: {{{arcivescovo}}}
Sede vacante
Suffraganea della Sede titolare di Iconio
Istituita: {{{istituita}}}
Soppressa: {{{sedetitolaresoppressa}}}
Stato: Turchia
Nazione bandiera Turchia
Regione: Licaonia
Località: Derbe
collocazione
geografica:
[[Immagine:|200 px]]
Diocesi soppressa di Derbe
Diocesi suffraganee:
Eretta: 381
Soppressa: 672
'

Dati dall'annuario pontificio

Elenco delle sedi titolari della Chiesa cattolica
Tutte le sedi titolari

Derbe è una città del distretto della Licaonia, a circa 50 km ad est di Listra, estremo lembo della Galazia.

La città era stata fortezza di un famoso capo di banditi locali sin quando essa non venne definitivamente conquistata da Amyntas, ultimo Re di Galazia (Strabone, XII, i, 4; vi, 3; Diomede Cassio, XLIX, xxxii). Ai tempi della conquista romana, ebbe il privilegio di battere moneta.

Storia

Qui fu fondata l'ultima chiesa del primo viaggio missionario di San Paolo (At 14,6 At 20-21). Fu rivisitata all'inizio del secondo viaggio (At 16,1). Era il paese natale di Gaio che si unì a Paolo nel suo 3° viaggio (At 20,4). Attraverso i secoli, furono costruite molte chiese per ricordare la visita di S. Paolo.

Fu una delle poche città cristiane e fu usata come riparo dai cristiani in viaggio. Le sue chiese cristiane furono incendiate, distrutte e ricoperte da una montagna di terra dall’imperatore Diocleziano durante le sue persecuzioni appena prima del 300 a.C. Dopo la distruzione, ci fu un esodo di massa della popolazione. Molti si trasferirono in occidente soprattuto nell’odierna Francia. Si ritiene che le rovine di una caratteristica chiesa siano ciò che resta dell’ultimo vescovo di Derbe risalente al 1001 d.C.. Sull’altro lato della collina potrebbero trovarsi i resti dell’antica città di Derbe.

Sito archeologico

Il sito della città non è stato ancora ritrovato con precisione. La discussione si basa sui già menzionati testi di Strabone e Diomede Cassio.

Un'ipotesi probabile potrebbe corrispondere oggi con la città di Bin Bir Kilissé, a Divlé, a sud di Ak Göl, tra Bossola e Zosta, oppure a Güdelissin nel piccolo villaggio di Konia, che sembra ad oggi l'ipotesi più accreditata. Resti di una città antica sono stati ritrovati anche vicino a Listra.

È anche probabile che la vecchia città fosse situata a circa 5 km a nord dell’odierna città di Karaman, sulla collina che sovrasta il piccolo villaggio di Madensehri (coordinate GPS: 37°26′14.5″N 33°08′29.3″E / 37.437361, 33.141472 ). Tentativi di localizzare il luogo esatto del villaggio antico sono stati tentati da Michael Ballace nel 1956 e 1964 il quale suppone che possa essere identificata in un piccolo affioramento di resti a 4 km a sud-est dell’odierna Kerti Huyuk.

La diocesi

La diocesi di Derbe (in latino Dioecesis Derbensis) è un'antica diocesi soppressa nel 672. Il titolo episcopale tutt'oggi sopravvive come vescovo titolare. Derbe divenne diocesi suffraganea dell'Arcidiocesi di Iconio, ma non venne menzionata nel "Notitiæ Episcopatuum", e ad essa si possono ricollegare solo 4 vescovi, dal 381 al 672 (Lequien, Oriens Christ., I, 1081).

Serie di vescovi titolari

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.