Educazione di Maria Vergine (Giambattista Tiepolo)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Education of the Virgin (c. 1732) by Giovanni Battista Tiepolo.jpg
Giambattista Tiepolo, Educazione di Maria Vergine (1732), olio su tela
Educazione di Maria Vergine
Opera d'Arte
Stato

bandiera Italia

Regione Stemma Veneto
Regione ecclesiastica Triveneto
Provincia Venezia
Comune

Stemma Venezia

Località
Diocesi Venezia
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Chiesa di Santa Maria della Consolazione o della Fava
Uso liturgico quotidiano
Comune di provenienza Venezia
Luogo di provenienza ubicazione originaria
Oggetto dipinto
Soggetto Maria Vergine educata da sant'Anna con san Gioacchino e angeli
Datazione 1732
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale scuola veneta
Autore

Giambattista Tiepolo

Altre attribuzioni anonimo pittore veneto
Materia e tecnica olio su tela
Misure h. 85 cm; l. 55 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
Collegamenti esterni

L’Educazione di Maria Vergine è un dipinto, eseguita nel 1732, ad olio su tela, dal pittore Giambattista Tiepolo (16961770), ubicata nella Chiesa di Santa Maria della Consolazione o della Fava a Venezia.

Descrizione

L'opera è uno dei più importanti dipinti della giovinezza di Giambattista Tiepolo: esso raffigura il raro tema dell’Educazione di Maria Vergine, nel quale compaiono:

  • al centro, Maria bambina che legge sul libro indicando all'anziana madre un punto del libro, sul quale splende la luce. I colori del vestito e del mantello richiamano la tradizionale iconografia dell'Immacolata Concezione;
  • a sinistra, Sant'Anna segue con attenzione Maria;
  • a destra, San Gioacchino, il padre di Maria, si rivolge verso il cielo, in atteggiamento di preghiera e ringraziamento a Dio.
  • in alto, Due angeli, come Maria sorreggono un libro, ma questo è nella penombra, come per alludere all'imperscrutabilità dei destini. Dall'espressione triste dei due angeli si coglie il presentimento dei futuri dolori che attendono la Madonna.

Il dipinto rappresenta un episodio riportato nel Protovangelo di Giacomo e nel Vangelo dello pseudo-Matteo, ripresi nella Legenda Aurea.

Bibliografia
  • Filippo Pedrocco, Giambattista Tiepolo, Editore Rizzoli, Milano 2002, ISBN 9788843582594
  • Stefano Zuffi, Episodi e personaggi del Vangelo, Editore Mondadori-Electa, Milano 2002, p. 40 ISBN 9788843582594
  • Stefano Zuffi, La pittura italiana, Editore Mondadori-Electa, Milano 1997, p. 326 ISBN 9788843559114
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.