Museo Archeologico Civico e Diocesano "Giovanni Battista Leopardi" di Penne

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Museo Archeologico Civico e Diocesano "Giovanni Battista Leopardi" di Penne
Penne MuArcheoCivDi VasoErmaBifronte IV-I.jpg
Vaso ad erma bifronte (IV - I secolo a.C.), bronzo
Categoria Musei civici e diocesani
Stato bandiera Italia
Regione ecclesiastica Regione ecclesiastica Abruzzo-Molise
Regione Stemma Abruzzo
Provincia Pescara
Comune Penne
Località o frazione {{{Località}}}
Diocesi Arcidiocesi di Pescara-Penne
Indirizzo Piazza Duomo, 8
65017 Penne (PE)
Telefono +39 085 8211727
Fax +39 085 8211068
Posta elettronica info@musap.com
Sito web
Proprietà Arcidiocesi di Pescara-Penne, Comune di Penne
Tipologia archeologico
Contenuti armi, ceramiche, metalli, reperti archeologici, ricostruzioni ambientali, sculture, vetri
Servizi accoglienza al pubblico, biglietteria, bookshop, didattica, visite guidate
Sistema museale di appartenenza
Sede Museo Palazzo Vescovile
Datazione sede XII secolo
Sede Museo 2°
Datazione sede 2°
Fondatori Arcidiocesi di Pescara-Penne, Comune di Penne, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università di Chieti
Data di fondazione maggio 2001
Note
{{{Note}}}
Coordinate geografiche
<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}

Il Museo Archeologico Civico e Diocesano "Giovanni Battista Leopardi" di Penne, allestito nel Palazzo Vescovile, è stato inaugurato nel maggio 2001, grazie ad un progetto nato dall'accordo tra l'Arcidiocesi di Pescara-Penne, il Comune di Penne, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l’Università di Chieti con l'obiettivo di conservare, valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio archeologico, proveniente dall'attività di ricerca del barone Giovanni Battista Leopardi e dal territorio vestino.

Il Museo è dedicato al barone Giovanni Battista Leopardi, di cui si conserva la collezione di reperti archeologici, donati all'Arcidiocesi dalla baronessa Susanna Leopardi, moglie del celebre archeologo e medico, a cui si deve il ritrovamento di un villaggio neolitico scavato nelle vicinanze della città.

Il Museo è sede distaccata del Museo Civico e Diocesano di Penne.

Percorso espositivo e reperti archeologici

L'itinerario museale si sviluppa in dieci sale espositive, lungo il quale sono presentati reperti archeologici, databili dal Paleolitico superiore (14.000 anni fa) al Medioevo, disposti in ordine cronologico.

Preistoria e protostoria

Il Museo presenta interessanti complessi preistorici e protostorici, fra i quali si notano:

  • Accampamento all'aperto del Paleolitico Superiore di Campo delle Piane a Montebello di Bertona, un sito databile a 14.000 anni fa.
  • Villaggio neolitico di Pluviano.
  • Villaggio di Campo delle Piane, databile fra la fine dell'Età del Bonzo e gli inizi dell’Età del Ferro.

Età preromana e romana

Il Museo presenta reperti archeologici d'età preromana e romana, tra i quali spiccano per pregio ed interesse culturale:

  • Reperti ceramici (coppe, tazze, ciotole, ecc.) e metallici (collane, cinturoni, lance, ecc.), provenienti da corredi tombali di vari siti piceni, databili dalla fine del VI agli inizi del V secolo a.C..
  • Reperti di varie tipologie, provenienti dal municipio romano di Pinna Vestinorum.
  • Vaso a testa femminile (IV - I secolo a.C.), in bronzo, proveniente da una tomba a camera ipogea, rinvenuta in località Arce.
  • Statuetta di Ercole (IV - I secolo a.C.), in bronzo, proveniente da Cepagatti.
  • Terminali di poggiatesta e poggiapiedi a forma di testa di cavallo (IV - I secolo a.C.), provenienti da una tomba camera di Arce.
  • Vaso ad erma bifronte (IV - I secolo a.C.), in bronzo, proveniente dalla tomba a camera di Porta San Francesco.
  • Testine con maschere umane, in pasta vitrea, di produzione fenicia.
  • Fibula romana detta a sanguisuga, in bronzo.
  • Ciotola romana con gusci di lumache, in terracotta.
  • Pedine da gioco romane, in pietra colorata.

Inoltre, lungo l'itinerario museale si nota:

  • Ricostruzione della tomba di un guerriero di Nocciano il cui corredo è formato da un calderone e una coppia di calzari in bronzo, una spada ed una lancia.
  • Ampio pannello divulgativo e ricostruttivo dedicato alla tomba a camera ipogea di età tardo-ellenistico (II - I secolo a.C.), rinvenuta nel sito di Arce.

Galleria fotografica

Bibliografia
  • AA.VV., Schede didattiche del Museo Archeologico Civico-Diocesano "G. B. Leopardi", Penne 2001
  • Laura Cutilli, W. Pellegrini (a cura di), Guida del Museo Archeologico Civico-Diocesano "G. B. Leopardi", Penne 2001
  • Erminia Giacomini Miari, Paola Mariani, Musei religiosi in Italia, Touring Editore, Milano 2005, p. 22 ISBN 9788836536535
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.