Otniel

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Otniel è il primo dei giudici d'Israele (Gdc 3,7-11), vissuto nel XIII-XII secolo a.C..

Libera gli israeliti dalle mani di Cusan-Risataim, "re del Paese dei due fiumi" (Gdc 3,8), che li aveva tenuti in suo potere per otto anni. L'azione liberatrice di Otniel viene inserita nello schema teologico tipico del Libro dei Giudici, basato sulla sequenza:

  1. peccato del popolo che si allontana da YHWH;
  2. castigo di YHWH che mette il popolo in mano dei suoi nemici;
  3. pentimento del popolo e grido di richiesta di aiuto a YHWH;
  4. salvezza dall'oppressione dei nemici attraverso il giudice che YHWH suscita.

Otniel è figlio di Kenaz, fratello minore di Caleb (Gdc 3,9). Forse è da identificare con l'Otniel figlio di Kenaz fratello di Caleb: questi gli diede in moglie la figlia Acsa per il merito di aver conquistato la città di Kiriat-Sefer (Gs 15,17; Gdc 1,13; 1Cr 4,13).

In 1Cr 27,15 si nomina un suo discendente, Cheldai di Netofa, tra gli ufficiali del re Davide.

Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.