Sposalizio di Maria Vergine (Michelino da Besozzo)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
USA NewYork MetropolitanMu M.Besozzo SposalizioMaria 1435ca.jpg
Michelino da Besozzo, Sposalizio di Maria Vergine (1430 ca.), tempera su tavola
Sposalizio di Maria Vergine
Opera d'arte
Stato

bandiera Stati Uniti

Stato federale New York
Regione ecclesiastica [[|]]
Contea
Comune

New York

Località
Diocesi New York
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica The Metropolitan Museum of Art
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza
Luogo di provenienza
Oggetto dipinto
Soggetto Maria Vergine e san Giuseppe si sposano in presenza del Sommo sacerdote
Datazione 1430 ca.
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale
Autore

Michelino da Besozzo (Michele Molinari)
detto Michelino da Besozzo

Altre attribuzioni
Materia e tecnica tempera su tavola
Misure h. 65.1 cm; l. 47.6 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
Il sommo sacerdote entrò nel santo dei santi e pregò a riguardo di Maria. Ed ecco che gli apparve un angelo del Signore, dicendogli: "[...] Esci e raduna tutti i vedovi del popolo. Ognuno porti un bastone: sarà la moglie di colui che il Signore designerà per mezzo di un segno". [...]. Gettata l'ascia, Giuseppe uscì per raggiungerli. Riunitisi, andarono dal sommo sacerdote, portando i bastoni. Presi i bastoni di tutti, entrò nel tempio a pregare. Finita la preghiera, prese i bastoni, uscì e li restituì loro; ma in essi non v'era alcun segno. Giuseppe prese l'ultimo bastone: ed ecco che una colomba uscì dal suo bastone e volò sul capo di Giuseppe. Il sacerdote disse allora a Giuseppe: "Tu sei stato eletto a ricevere in custodia la vergine del Signore".
Virgolette chiuse.png

Lo Sposalizio di Maria Vergine è un dipinto, eseguito nel 1430 circa, a tempera su tavola da Michele Molinari, detto Michelino da Besozzo (1370 ca. – 1455 ca.), conservato presso il Metropolitan Museum of Art di New York (Stati Uniti d'America).

Descrizione

La scena si svolge nella navata di una chiesa, illuminata con finestre con vetro a fondo di bottiglia, sotto un arco doppio curiosamente dilatato, dove compaiono:

  • Maria Vergine con un corteggio di alcune donne, accoglie la volontà divina con un atteggiamento pudico e dolce.
  • san Giuseppe, colto nell’atto di infilare l’anello al dito di Maria, dietro di lui alcuni uomini, che esprimono la loro frustrazione e rabbia con gesti e azioni tra cui uno di loro, in primo piano, che spezza con un ginocchio la propria verga non fiorita: questi sono i pretendenti respinti dalla Madonna a vantaggio di san Giuseppe che, infatti, è l'unico uomo individuato con il bastone fiorito.
  • Sommo Sacerdote, che indossa i paramenti pontificali, è colto nell'atto di officiare il matrimonio dei due sposi.
  • colomba dello Spirito Santo, posata sulla verga in mano a san Giuseppe, ad indicare che lui è il prescelto per divenire il padre terreno di Gesù Cristo: l'animale è raffigurato in modo molto realistico.
Bibliografia
  • Giuliana Algeri, La pittura in Italia: il Quattrocento, Milano 1987, vol. 1, p. 55; vol. 2, p. 711
  • Carlo Bertelli et. al., Storia dell'Arte Italiana, volume 2, Electa - Bruno Mondadori Editore, Milano 1990, pp. 89 - 90 ISBN 9788842445227
  • Marco Tanzi, La pittura in Lombardia: il Quattrocento, Milano 1993, p. 118
  • Federico Zeri, Elizabeth E. Gardner, Italian Paintings. A catalogue of the collection of The Metropolitan Museum of Art. North italian school, New York 1986, pp. 39 - 40
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.