Vocazione di san Matteo (Guido Cagnacci)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Rimini MuCittà G.Cagnacci VoazioneS.Matteo 1635-1645.jpg
Guido Cagnacci, Vocazione di san Matteo (1635 - 1645), olio su tela
Vocazione di san Matteo
Opera d'arte
Stato

bandiera Italia

Regione Stemma Emilia Romagna
Regione ecclesiastica Emilia
Provincia Rimini
Comune

Rimini

Località
Diocesi Rimini
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Museo della Città
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza Rimini
Luogo di provenienza Chiesa di San Matteo, altare maggiore
Oggetto dipinto
Soggetto San Matteo è chiamato da Gesù Cristo all'apostolato
Datazione 1635 - 1645
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale
Autore

Guido Cagnacci

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tela
Misure
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
9Andando via di là, Gesù vide un uomo, seduto al banco delle imposte, chiamato Matteo, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.
Virgolette chiuse.png

La Vocazione di san Matteo è un dipinto, eseguito tra il 1635 ed il 1645, ad olio su tela, da Guido Cagnacci (1601 - 1663), proveniente dall'altare maggiore della Chiesa di San Matteo ed oggi conservato presso il Museo della Città di Rimini.

Descrizione

Soggetto

La scena del dipinto si svolge a Cafarnao, davanti al banco delle imposte, dove compaiono:

  • Gesù Cristo è a piedi nudi, ma indossa una tunica rossa (colore che prefigura la sua passione) ed un mantello d'insolita ricchezza, solleva il braccio, indicando san Matteo per chiamarlo all'apostolato con un gesto eloquente;
  • San Matteo, pubblicano ossia esattore delle tasse, aderisce alla chiamata, inchinandosi davanti a Gesù: l'abito lo connota come un uomo benestante, fatto confermato dal banchetto imbandito la sera stessa per celebrare la sua nuova vita di Apostolo.

Inoltre, nella scena sono presenti alcuni dettagli, resi con grande cura, di valore simbolico, come:

  • Monete, sparse per terra, alludono sia al lavoro di san Matteo, esattore delle tasse, sia alla rinuncia dei beni terreni per aderire alla chiamata di Gesù.

Note stilistiche, iconografiche ed iconologiche

La luce nel dipinto, proviene dall'alto a sinistra, dando volume ai corpi, che risaltano anche grazie allo sfondo nero.

Bibliografia
  • Daniele Benati et al., Guido Cagnacci, Editore Electa, Milano 1993
  • Daniele Benati, Antonio Paolucci (a cura di), Guido Cagnacci. Protagonista del Seicento tra Caravaggio e Reni. Catalogo della mostra (Forlì, 20 gennaio - 22 giugno 2008), Silvana Editoriale, Milano 2009
  • Stefano Zuffi, Episodi e personaggi del Vangelo, col. "Dizionari dell'Arte", Mondadori Electa Editore, Milano 2002, p. 178 ISBN 9788843582594
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.