Fraternità dei Sacerdoti Operai Diocesani del Sacro Cuore di Gesù

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Fraternità dei Sacerdoti Operai Diocesani del Sacro Cuore di Gesù
in latino Sodalitas Sacerdotum Operariorum Dioecesanorum Sacro Corde Iesu
[[File:|200px]]

Istituto di vita consacrata
Istituto secolare clericale maschile di diritto pontificio

Altri nomi
(ES) Hermandad de Sacerdotes Operarios Diocesanos del Corazón de Jesús
Fondatore Manuel Domingo y Sol
Data fondazione 29 gennaio 1883
Luogo fondazione Tortosa
sigla S.O.D.
Titolo superiore
Approvato da Pio XII
Data di approvazione 19 marzo 1952
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

La Fraternità dei Sacerdoti Operai Diocesani del Sacro Cuore di Gesù (in latino Sodalitas Sacerdotum Operariorum Dioecesanorum Sacro Corde Iesu, in spagnolo Hermandad de Sacerdotes Operarios Diocesanos del Corazón de Jesús) è un istituto secolare maschile di diritto pontificio:[1] i membri del sodalizio pospongono al loro nome la sigla S.O.D.

Cenni storici

La fraternità fu fondata il 29 gennaio 1883 a Tortosa dal sacerdote spagnolo Manuel Domingo y Sol (18361909). Il suo scopo era quello di fomentare le vocazioni ecclesiastiche e dirigere il Collegio de San José istituito a tal fine da Domingo y Sol: rapidamente sorsero anche altri seminari posti sotto il patrocinio di san Giuseppe gestiti dai sodali della fraternità (a Valencia, Murcia, Orihuela).[2]

L'istituto venne eretto canonicamente dal vescovo di Tortosa il 1º gennaio del 1886 e ottenne il pontificio decreto di lode il 1º agosto del 1898; il 19 marzo 1927 venne approvata dalla Santa Sede come società di vita comune senza voti. I Sacerdoti Operai Diocesani poterono così iniziare a espandersi anche al di fuori della penisola iberica (Messico, Uruguay, Argentina, Perù).[2]

Il 23 marzo 1935 si trasformò in istituto secolare e, come tale, venne nuovamente approvato dalla Santa Sede il 19 marzo del 1952: da questa data, i membri dell'istituto iniziarono ad affiancare all'insegnamento nei seminari la gestione di centri di orientamento vocazionale.[2]

Finalità e diffusione

Finalità dell'istituto sono: favorire, sostenere e guidare le vocazioni ecclesiastiche e religiose; educare cristianamente la gioventù; propagare la devozione al Sacro Cuore di Gesù e la spiritualità espiatoria e riparatrice.[2]

I membri della fraternità sono circa 250 e sono presenti in Spagna, Italia, Germania, Argentina, Messico, Venezuela, Stati Uniti d'America, Zambia e Zimbabwe.[3]

Note
  1. Ann. Pont. 2007, p. 1507.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 DIP, vol. VIII (1988), coll. 12-13, voce a cura di J. Carda.
  3. Sacerdotes Operarios Diocesanos. Dónde estamos su sacerdotesoperarios.org. URL consultato il 7-9-2009
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.