Incoronazione di spine (Hieronymus Bosch)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
GBR Londra NatGal H.Bosch IncoronazioneSpine 1490-1500.jpg
Hieronymus Bosch, Incoronazione di spine (14901500 ca.), olio su tavola
Gesù Cristo deriso
Opera d'Arte
Stato

bandiera Regno Unito

Nazione [[]]
Regione ecclesiastica [[|]]
Contea
Comune

Londra

Località
Diocesi Westminster
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica National Gallery, sala 5
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza
Luogo di provenienza
Oggetto dipinto
Soggetto Gesù Cristo deriso ed incoronato di spine
Datazione 1490 - 1500
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale Ambito fiammingo
Autore

Hieronymus Bosch

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tavola
Misure h. 73,5 cm; l. 59,1 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
27Allora i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e gli radunarono attorno tutta la coorte. 28Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto 29e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano: «Salve, re dei Giudei30E sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. 31Dopo averlo così schernito, lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti e lo portarono via per crocifiggerlo.
Virgolette chiuse.png

L’Incoronazione di spine è un dipinto, eseguito tra il 1490 ed il 1500 circa, ad olio su tavola, da Hieronymus Bosch (1453 - 1516), conservato nella National Gallery di Londra (Gran Bretagna).

Descrizione

Soggetto

La scena dell’Incoronazione di spine si svolge su un fondo grigio, dove compaiono:

  • Gesù Cristo, al centro, in piedi, vestito con un mantello bianco, circondato da quattro aguzzini, appare imperturbabile nel suo candore e rivolge uno sguardo, compassionevole e colmo di pietosa umanità verso lo spettatore (fedele), che è portato ad immedesimarsi nelle sue sofferenze.
  • Quattro torturatori, dai volti grotteschi e maligni, con gli sguardi rivolti rivolti a Cristo, che sembrano pressare quasi come bestie feroci che si accaniscono sulla preda:
  1. in alto a sinistra: Uomo, forse un soldato romano, con una freccia-spatola infilzata nel turbante verde che, con il braccio racchiuso a pugno nell'armatura ferrigna, pone sul capo di Gesù la corona di spine lunghe ed aguzze;
  2. in alto a destra: Uomo con un enorme cappello di lana con appuntata una foglia di quercia con ghianda, che indossa un collare chiodato (qui simbolo di bestialità),[1] un disco paraspalla metallico e tiene in mano un bastone, guarda Cristo in cagnesco e gli poggia una mano sulla spalla;
  3. in basso a sinistra, Vecchio dal profilo aquilino, con una veste blu ed un velo rosso decorato con la mezzaluna (simbolo dell'Islam) e la stella a sei punte (simbolo dell'Ebraismo) sul riverso (simboli posti ad indicare che questi è un infedele, nemico del Cristianesimo), regge un bastone nodoso e tocca le mani di Gesù, guardandolo con un'espressione beffarda;
  4. in basso a destra: Uomo di mezza età con un copricapo (detto capperone) nero e una veste rossa, allunga le braccia per chiudere il sudario che avvolge Cristo.

Note stilistiche, iconografiche ed iconologiche

Hieronymus Bosch, Incoronazione di spine (part. Uomo con collare chiodato), 14901500 ca., olio su tavola
  • L'atmosfera è ambivalente: da un lato i gesti e gli sguardi dei quattro aguzzini conferiscono all'azione un ritmo concitato; dall'altro, la luce senza violenti chiaroscuri, la calma nobiltà del Cristo, l'estrema concentrazione degli attori, conferiscono alla scena un tono solenne. La tensione è nello stesso tempo centripeta, orientata dal gesticolare verso Cristo, e centrifuga, riflessa dallo sguardo di Gesù verso lo spettatore.
  • La grande qualità tecnica e lo studio profondo dei personaggi è denotato da: una tavolozza cromatica, che passa dalle leggere sfumature di rosa e verde al bianco abbagliante, al rosso violento del vecchio, fino al nero cupo dell'uomo con il collare chiodato; il sapiente gioco delle mani che si intrecciano o indicano con gesto espressivo; la fisionomia dei malvagi, ciascuno con una propria individualità contrapposte all'espressione dolce e consapevole di Gesù.
  • Il dipinto è un'opera di estrema concisione che riesce a raggiungere una tensione altamente drammatica pur essendo composta di pochi elementi: quattro soli personaggi, che fanno corona a Cristo, con fisionomie talmente accurate e caratterizzate da essere sia uno studio sulle tipologie dei malvagi, sia metafore del male.

Notizie storico-critiche

Il dipinto, che proviene dalla collezione di Hollingworth Magniac, detta anche Collezione Colworth, nel 1892 passò alla Galleria Sangiorgio di Roma, dove nel 1934 fu acquistata dalla National Gallery di Londra.

Note
  1. Nel tardo Medioevo, i collari chiodati erano utilizzati per la protezione contro i morsi di caccia dei lupi e di altri animali selvatici, e venivano messi anche ai cani da guardia per evitare che questi combattessero tra loro.
Bibliografia
  • William Dello Russo, Bosch, col. "I geni dell'arte", Editore Mondadori-Electa, Milano 2008 ISBN 9788837064310
  • Paolo Parlavecchia, Il Gotico in Europa, col. "La Bellezza di Dio. L'Arte ispirata dal Cristianesimo", Editore San Paolo, Palazzolo sull’Oglio (BS) 2003, pp. 84 – 85
  • Franca Varallo, Bosch, Editore Skira, Milano 2004
  • B. Vermet et al., Jheronimus Bosch. Alle schilderijen en tekeningen, Rotterdam 2001, p. 79 ISBN 90-5662-219-6
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.