Numerazione dei Salmi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
1leftarrow.png Voce principale: Libro dei Salmi.
Corrispondenza tra le numerazioni dei Salmi

La numerazione dei Salmi non è univoca: edizioni moderne diverse della Bibbia ne riportano schemi di numerazioni diversi, in corrispondenza di Due schemi fondamentali, risalenti all'antichità.

In tutte le Bibbie i Salmi vengono numerati da 1 a 150. All'interno, per molti Salmi c'è una differenza nella numerazione tra l'originale ebraico, da una parte, e le versioni greca dei LXX e latina della Volgata.

In dettaglio, I LXX e la Volgata:

  • riuniscono i Salmi 9 e 10 del testo ebraico in un solo Salmo (il 9)[1]; a volte le due parti sono riferite come Salmo 9A e Salmo 9B.
  • ugualmente, riuniscono il Salmo 114 e il 115 dell'ebraico nel loro Salmo 113; anche qui, a volte le due parti sono riferite come Salmo 113A e Salmo 113B.
  • inversamente, tagliano in due il 116, che diventa i Salmi 114 e 115, e il 147, che diventa i Salmi 146 e 147.

La Bibbia CEI 2008 segue la numerazione ebraica, mentre la Bibbia CEI 1971 e la Liturgia romana seguono la numerazione dei LXX e latina.

Il riquadro laterale specifica la corrispondenza in termini più precisi.

Note
  1. In questo caso quanto effettuato corrisponde probabilmente alla situazione più antica del testo ebraico: in origine doveva trattarsi di un solo Salmo, poiché i versetti di entrambi i Salmi dell'ebraico sono preceduti da una lettera dell'alfabeto (si parla di Salmo alfabetico), e la numerazione continua da un salmo all'altro.
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.