Basilica di Notre-Dame de Fourvière (Lione)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Basilica di Notre-Dame de Fourvière
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Basilica Fourviere Lyon HDR.jpg
Lione, Basilica di Notre-Dame de Fourvière
Altre denominazioni
Stato bandiera Francia
Regione Rodano-Alpi
Dipartimento
Comune Lione
Località Fourvière
Diocesi Lione
Religione Cattolica
Indirizzo
Telefono
Fax
Posta elettronica [mailto: ]
Sito web

[http:// Sito ufficiale]

Sito web 2
Proprietà
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione basilicale
Dedicazione Maria Vergine
Vescovo
Fondatore
Data fondazione
Architetto

Pierre Bossan

Stile architettonico Neogotico
Inizio della costruzione 1872
Completamento 1884
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Data di consacrazione
Consacrato da
Titolo
Strutture preesistenti Foro traianeo
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali
Data della scoperta
Nome scopritore
Datazione scavi
Scavi condotti da
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima
Profondità Massima
Diametro Massimo
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
45°45′45″N 4°49′19″E / 45.76239, 4.82183 bandiera Francia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Basilica di Notre-Dame de Fourvière è una chiesa che domina la città di Lione dalla cima del colle della Fourvière, dove in epoca romana venne eretto il foro dedicato a Traiano chiamato Forum vetus da cui prese il nome la collina.

Storia

La prima chiesa sorse tra le rovine del foro romano nel 1168 per opera del canonico di Saint-Jean Olivier de Chavannes. Da prima la chiesa venne dedicata san Tommaso e pochi anni dopo alla Vergine. L'edificio sacro conobbe nei tempi diverse trasformazioni, ma il colle fu da subito meta di pellegrinaggi.

A metà del XIX secolo il cardinale Louis-Jacques-Maurice de Bonald decise un importante ampliamento e come prima fase vennero acquisiti i terreni necessari ed istituita una commissione di fabbrica del nuovo santuario. Nel 1866 venne approvato il progetto di nuova costruzione ideato da Pierre Bossan.

Nel 1870 scoppia la guerra franco-prussiana, Parigi venne invasa dalle truppe tedesche ma Lione venne risparmiata. Per mantenere fede al voto fatto alla Vergine il 7 dicembre 1872 venne posata la prima pietra e la costruzione venne terminata il 2 giugno del 1884. Ma solo nel 1964 l'intero edificio con i suoi splendidi mosaici venne ultimato.

Fu costruita con fondi privati tra il 1872 e il 1884 su una posizione dominante rispetto alla città come segno del trionfo dei valori cristiani su quelli socialisti della comune di Lione del 1870, assomiglia ed è stata fatta ad ispirazione della Basilica del Sacro Cuore di Parigi. Fu progetta da Pierre Bossan con un'architettura bizantina e romanica: due modelli non gotici insoliti come scelta ai tempi.

Il 16 marzo 1897 papa Leone XIII l'ha elevata alla dignità di Basilica minore.[1]

Statua di Notre-Dame de Fourvière che domina la città di Lione

I tre voti della città a Maria

Il voto della regina di Francia

Nel 1630, la nuova regina di Francia Anna d'Austria, si recò in pellegrinaggio alla Fourvière per chiedere la grazia alla Verdine di avere un figlio, il 5 settembre 1638 nasceva Luigi XIV.

Il voto per la peste

La città francese fu colpita a più riprese da epidemie di pesete, ben otto in soli settant'anni, l'8 settembre 1643, la chiesa lionese decise di mettere la popolazione sotto la protezione della Vergine della Fourvière, vennero offerti un cero di otto libre e una corona d'oro e promisero rinnovare annualmente questa cerimonia. Venti giorni dopo la pestilenza cesso e la città francese non fu più toccata da questo morbo.

Voto del 1870

Questo terzo voto come detto sopra diede il via alla costruzione dell'attuale edificio.

Note
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.