Diocesi di Saint Thomas

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Saint Thomas
Dioecesis Sancti Thomae in Insulis Virgineis
Chiesa latina

Cattedralecharlottesaintthomas.jpg
vescovo Herbert Armstrong Bevard
Sede Saint Thomas (Isole Vergini americane)

sede vacante
Saint Thomas (Isole Vergini americane)

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Washington
Regione ecclesiastica IV (DC, DE, MD, VA, VI, WV)
Virgin islands sm02.png
Mappa della diocesi
Nazione bandiera Stati Uniti
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Elliot Griffin Thomas
Parrocchie 8
Sacerdoti

17 di cui 12 secolari e 5 regolari
1.764 battezzati per sacerdote

14 religiosi 18 religiose 30 diaconi
108.612 abitanti in 352 km²
30.000 battezzati (27,6% del totale)
Eretta 30 aprile 1960
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
P.O. Box 301825, 29A Princesse Gade, St.Thomas, V.I. 00803-1825
tel. (340)774-3166 fax. 774-5816

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2005 Scheda
Chiesa cattolica negli Stati Uniti d'America
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Saint Thomas (in latino: Dioecesis Sancti Thomae in Insulis Virgineis) è una sede della Chiesa Cattolica negli Stati Uniti d'America suffraganea dell'arcidiocesi di Washington appartenente alla regione ecclesiastica IV (DC, DE, MD, VA, VI, WV) e avente lo status di osservatore presso la Conferenza Episcopale delle Antille. Nel 2004 contava 30.000 battezzati su 108.612 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Herbert Armstrong Bevard.

Territorio

La diocesi comprende le Isole Vergini Statunitensi[1].

Sede vescovile è la città di Charlotte Amalie, nell'isola di Saint Thomas, dove si trova la cattedrale dei Santi Pietro e Paolo.

Il territorio si estende su 352 km² ed è suddiviso in 8 parrocchie.

Storia

La prelatura territoriale delle Isole Vergini fu eretta il 30 aprile 1960 con la bolla Cum apostolicus di papa Giovanni XXIII, ricavandone il territorio dalla diocesi di San Juan di Porto Rico, che contestualmente è stata elevata ad arcidiocesi metropolitana. Originariamente la prelatura territoriale era suffraganea della stessa arcidiocesi di San Juan.

Il 20 aprile 1977 per effetto della bolla Animarum utilitatis di papa Paolo VI è stata elevata a diocesi e ha assunto il nome attuale.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 108.612 persone contava 30.000 battezzati, corrispondenti al 27,6% del totale.

Note
  1. Le Isole Vergini americane (o statunitensi) sono un arcipelago di 53 isole vulcaniche, appartenenti agli Stati Uniti. Buona parte della popolazione, un miscuglio di gruppi etnici africani ed europei, vive nelle isole principali: Saint John, Saint Croix e Saint Thomas. Le isole godono di autonomia amministrativa esercitata da un senato di quindici membri. Gli abitanti, a partire dal 1932, hanno la cittadinanza americana. Le isole Vergini furono così chiamate, in onore di Sant'Orsola e delle sue seguaci vergini, da Cristoforo Colombo, che le raggiunse durante il suo secondo viaggio nel 1493. Nei tre secoli successivi furono occupate da spagnoli, inglese, olandesi, francesi nonché, da ultimo, danesi. Nel 1867 venne stipulato un trattato con gli Stati Uniti, mai reso efficace, che prevedeva la vendita agli statunitensi di Saint Thomas e Saint John. Tuttavia in occasione della prima guerra mondiale il passaggio di proprietà dalla Danimarca agli Stati Uniti divenne definitivo (17 gennaio 1917) e gli statunitensi presero possesso delle isole il 31 marzo 1917. Nel 1927 agli isolani venne concessa la cittadinanza statunitense.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.