Ecce ancilla Domini (Dante Gabriel Rossetti)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
1leftarrow.png Voce principale: Annunciazione a Maria.
GBR Londra TateGallery DGRossetti EcceAncillaDomini 1849-50.jpg
Dante Gabriel Rossetti, Ecce ancilla Domini (1849 - 1850), olio su tela
Ecce ancilla Domini
Opera d'arte
Stato

bandiera Regno Unito

Nazione bandiera Inghilterra
Regione ecclesiastica [[|]]
Contea City of London
Comune

Londra

Località
Diocesi Westminster
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Tate Gallery
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza
Luogo di provenienza
Oggetto dipinto
Soggetto San Gabriele arcangelo annuncia a Maria la nascita di Gesù
Datazione 1849 - 1850
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale Movimento artistico dei Preraffaelliti
Autore

Dante Gabriel Rossetti

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tela
Misure h. 72.4 cm; l. 43 cm
Iscrizioni DGR / March 1850
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
opera firmata e datata
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png

26Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, 27a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 28Entrando da lei, disse: "Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te". 29A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. 30L'angelo le disse: "Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio....
3131Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. 32Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre 33e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine". 34Allora Maria disse all'angelo: "Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?". 35Le rispose l'angelo: "Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. 36Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: 37nulla è impossibile a Dio". 38Allora Maria disse: "Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola". E l'angelo si allontanò da lei.
Virgolette chiuse.png

Ecce ancilla Domini è un dipinto, eseguito tra il 1849 e il 1850, ad olio su tela, dal pittore inglese d'origini italiane Dante Gabriele Rossetti (1828 - 1882), conservato presso la Tate Gallery di Londra (Gran Bretagna).

Descrizione

Soggetto

La scena dell'Annunciazione è ambientata nella camera della Madonna, dove compaiono:

  • Maria Vergine, vestita di bianco, è seduta su un umile giaciglio, appare spaventata e timorosa, è colta, mentre si solleva, come se il suo sonno fosse stato improvvisamente disturbato.
  • san Gabriele arcangelo è raffigurato in forma completamente umana, si trova in piedi di fronte al letto della Vergine e tiene sulla mano destra un giglio bianco (simbolo della purezza di Maria), è avvolto in una veste candida, il cui l'orlo inferiore ha alcuni evidenti riflessi dorati.
  • colomba bianca, accanto all'Arcangelo, ad indicare la presenza dello Spirito Santo.

Note stilistiche, iconografiche e iconologiche

  • Alla Madonna, sono normalmente associati il colore blu, come metafora del cielo, e il rosso simbolo della passione di Gesù Cristo. Nell'opera, il pittore recupera queste allegorie raffigurando il separé azzurro vicino alla finestra, Maria con i capelli rossi e la stola del medesimo colore.
  • Nel dipinto Dante Gabriel Rossetti, pur ispirandosi ad alcuni artisti rinascimentali, come Sandro Botticelli (1445 - 1510) e Beato Angelico (1387 - 1455), ha cercato una radicale e personale reinterpretazione del soggetto.
  • Seguendo l'ideale preraffaellita della riproduzione fedele e reale della realtà, Dante Gabriel Rossetti ha utilizzato come modelli per due protagonisti della scena due suoi familiari:

Iscrizione

Nel dipinto si legge, nell'angolo in basso a sinistra, la sigla del pittore e la data dell'opera:

« DGR / March 1850 »

Il pittore potrebbe aver scritto la data di "marzo" forse per indicare il mese in cui si celebra la solennità dell'Annunciazione del Signore (25 marzo).

Notizie storico-critiche

Una prima stesura del dipinto fu realizzata nel 1849. Il pittore prevedeva l'esecuzione di un dittico che comprendeva anche la Morte di Maria Vergine (mai iniziata): questo spiega in parte la forma alta e stretta dell'opera.

Il dipinto con l'Annunciazione, cui lo stesso artista diede il titolo di Ecce ancilla Domini (le parole espresse da Maria in risposta all'annuncio portato da san Gabriele arcangelo), fu presentato ad una mostra presso la National Institution of Fine Arts nel 1850, ma venne fortemente criticato; per questo motivo il Rossetti si ripromise di non esporlo più in pubblico, fino al 1853, allorché fu acquistato da Francis McCracken di Belfast (Irlanda del Nord), un mecenate dei preraffaelliti, per 50 sterline.

Bibliografia
  • Carlo Bertelli et. al., Storia dell'Arte Italiana, vol. 4, Editore Electa-Bruno Mondadori, Milano 1992, pp. 191 - 192 ISBN 9788842445258
  • Leslie Parris, The Pre-Raphaelites, Londra 1984, pp.72 - 73
  • Elizabeth Prettejohn, The Art of the Pre-Raphaelites, Londra 2000, pp. 50 - 51
  • Virginia Surtees, The Paintings and Drawings of Dante Gabriel Rossetti (1828-1882) - A Catalogue Raisonné, 2 volumi, Oxford 1971, pp. 12 - 13
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.