Gesù Cristo benedicente e simboli degli evangelisti (Fernando Gallego)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Madrid MuPrado F.Gallego Cristobenedicente 1495.jpg
Fernando Gallego, Gesù Cristo benedicente e simboli degli evangelisti (1495 ca.), olio su tavola
Gesù Cristo benedicente e simboli degli evangelisti
Opera d'arte
Stato

bandiera Spagna

Comunità Escudo de Madrid.svg Madrid
Regione ecclesiastica [[|]]
Provincia Madrid
Comune

Escudo de Madrid.svg Madrid

Località
Diocesi Madrid
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Museo del Prado
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza Toro
Luogo di provenienza Chiesa di San Lorenzo
Oggetto dipinto
Soggetto Gesù Cristo benedicente in trono e simboli degli evangelisti
Datazione 1495 ca.
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale scuola ispano-fiamminga
Autore

Fernando Gallego

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tavola
Misure h. 169 cm; l. 132 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png

2Ed ecco, c'era un trono nel cielo, e sul trono uno stava seduto. 3Colui che stava seduto era simile nell'aspetto a diaspro e cornalina. Un arcobaleno simile a smeraldo avvolgeva il trono. 4Attorno al trono, poi, c'erano ventiquattro seggi e sui seggi stavano seduti ventiquattro vegliardi avvolti in candide vesti con corone d'oro sul capo. 5Dal trono uscivano lampi, voci e tuoni; sette lampade accese ardevano davanti al trono, simbolo dei sette spiriti di Dio. 6Davanti al trono vi era come un mare trasparente simile a cristallo. In mezzo al trono e intorno al trono vi erano quattro esseri viventi pieni d'occhi davanti e di dietro....
7Il primo vivente era simile a un leone, il secondo essere vivente aveva l'aspetto di un vitello, il terzo vivente aveva l'aspetto d'uomo, il quarto vivente era simile a un'aquila mentre vola. 8I quattro esseri viventi hanno ciascuno sei ali, intorno e dentro sono costellati di occhi; giorno e notte non cessano di ripetere: Santo, santo, santo il Signore Dio, l'Onnipotente, Colui che era, che è e che viene!.
Virgolette chiuse.png

Gesù Cristo benedicente e simboli degli evangelisti è un dipinto, eseguito nel 1495 circa, ad olio su tavola dal pittore spagnolo Fernando Gallego (14401507), conservato nel Museo del Prado a Madrid (Spagna).

Descrizione

Soggetto

Nel dipinto compaiono:

Note stilistiche, iconografiche ed iconologiche

  • L’Allegoria della Chiesa è collocata alla destra di Gesù Cristo (la parte riservata ai buoni), mentre l'Allegoria della Sinagoga è posta alla sua sinistra (la parte riservata agli empi).
  • L'architettura gotica, la composizione e la tecnica pittorica sono un buon esempio dello stile raffinato di Fernando Gallego, profondamente intriso di elementi fiamminghi.

Notizie storico-critiche

Il dipinto proviene dalla Chiesa di San Lorenzo de Toro e anche se tradizionalmente viene considerata parte di una pala d'altare, in realtà era stata eseguita per le tombe di Pedro di Castiglia e sua moglie Beatriz Rodriguez de Fonseca y Ulloa, che furono sepolti nella chiesa nel 1492.

Nel 1916, l'opera venne donata al Museo da Pablo Bosch y Barrau.

Bibliografia
  • Barbara C. Anderson et al., Fernando Gallego and his workshop, Editore Philip Wilson Publishers, Dallas 2008 ISBN 9780856676512
  • Nieto González et al., Fernando Gallego (1440 - 1507), Editore Caja Duero, 2004
  • Stefano Zuffi, Episodi e personaggi del Vangelo, Editore Electa, Milano 2002, pp. 12 - 13 ISBN 9788843582594
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.