Olio dei Catecumeni

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Battesimo di Sant'Agostino da parte di Sant'Ambrogio, 1464, Benozzo Gozzoli, chiesa di Sant'Agostino, cappella del coro, San Gimignano

L' Olio degli Catecumeni è l'olio utilizzato nei riti preparatori al Battesimo, sia nel Battesimo degli adulti (catecumeni) sia nel Battesimo dei Bambini.

Etimologia

La parola catecumeno indica i candidati al Battesimo di età adulta. Deriva dal greco κατηχούμενος (catecúmenos), che significa "colui che viene istruito". Il vocabolo sottolinea il percorso di formazione propedeutico al Sacramento.

Prassi

Il candidato al battesimo viene unto con l'olio per ricevere forza nella battaglia contro il peccato.

L'Unzione è preceduta da una orazione di esorcismo, a cui segue la formula:

« Ti ungo con l'olio, segno di salvezza: ti fortifichi con la sua potenza Cristo Salvatore, che vive e regna nei secoli dei secoli. »

L'Olio dei catecumeni viene benedetto in ogni diocesi dal Vescovo durante la Messa Crismale del Giovedì Santo insieme agli altri Oli: il Crisma e l'Olio degli Infermi. Viene poi consegnato ai parroci e rettori di chiese, e conservato in un luogo apposito, detto custodia degli oli.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.