Ordine militare di Santiago

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Ordine militare di Santiago
Cross of Saint James.svg.png
Emblema dell'Ordine
Bandiera della Spagna
Regno di Spagna
Tipologia Ordine statale
Status attivo
Capo Filippo VI di Spagna
Istituzione Madrid, 1170
Gradi Cavaliere di Gran Croce
Commendatore
Cavaliere
ESP Order of Santiago BAR.svg
Nastro dell'ordine

L'Ordine di Santiago o Ordine di San Giacomo di Compostela o Ordine di San Giacomo della Spada (in latino: Ordo Militaris Sancti Iacobi de la Spatha, in spagnolo: Orden de Santiago) sigla O.S., fu un ordine monastico-militare sorto nel XII secolo nel Regno di León. Deve il suo nome al patrono della Spagna, san Giacomo il Maggiore. Fu fondato per proteggere i pellegrini lungo il Camino de Santiago e scacciare gli infedeli dalla Spagna.

L'ordine assunse carattere religioso con re Alfonso VIII di Castiglia e l'approvazione pontificia di papa Alessandro III del 5 luglio 1175. La regola dell'Ordine fu composta dal cardinale Alberto Morra, futuro papa Gregorio VIII. Essa, a differenza degli altri due ordini militari spagnoli di Calatrava e Alcántara sorti in quel secolo che seguivano la regola monastica dei cistercensi, prese quella di sant'Agostino, meno rigida e che permetteva ai cavalieri il matrimonio.

Alla morte del quarantaquattresimo Gran Maestro Alonso de Cardenas nel 1493 i Re Cattolici chiesero a papa Alessandro VI di assumere il controllo dell'Ordine. Ferdinando II d'Aragona ne divenne il Gran Maestro e da allora la carica è stata assunta dal re di Spagna per diritto successorio. Nel 1523 Carlo V chiese e ottenne da papa Adriano VI che i tre grandi ordini militari spagnoli di Calatrava, Alcántara e Santiago fossero uniti sotto un unico governo. Carlo V istituì uno speciale ministero chiamato Consiglio degli ordini, composto da un presidente, nominato dal re, e da sei cavalieri, due delegati per ogni ordine. A questo consiglio apparteneva la presentazione delle candidature dei nuovi cavalieri e aveva giurisdizione su tutte le questioni, civili o ecclesiastiche, tranne i casi puramente spirituali riservati ai tribunali ecclesiastici.

Nel 1873, durante la prima Repubblica, l'Ordine fu soppresso, per poi essere reintrodotto con la Restaurazione. Anche durante la seconda Repubblica fu abolito. Con Juan Carlos I di Spagna fu reintrodotto come istituto onorifico governativo soggetto al Ministero della Guerra.

Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.